04 apr 2010

Ancora in bilico...Lazio 1 Napoli 1. Buona Pasqua!

Laciatemi iniziare il post ricordando un grande giornalista sportivo come Maurizio Mosca che si è spento all'Ospedale di Pavia dopo una lunga malattia.  Eravamo abituati a seguire i suoi pronostici nei programmi calcistici, con il suo immancabile pendolino, con il quale pronosticava vittorie e sconfitte delle squadre italiane e non solo. Ciao Maurizio!
Espresso questo piccolo pensiero torno al dolce e amaro campionato 2009-10 della S.S. Lazio; ancora in bilico la squadra di Edy Reja che non va oltre il pareggio contro il Napoli di Mazzarri. Una partita meno entusiasmante delle ultime giocate dalla Lazio; sarà stato il clima più caldo o forse l'assenza dei molti tifosi per il divieto del Prefetto di aprire le porte dell'Olimpico, certo è che il pareggio contando soprattutto le vittorie di Atalante e Udinese non è un risultato positivo.  Fischio d'inizio e i padroni di casa partono benissimo tanto che al quarto minuto è già 1-0: Mauri il si invola sulla sinistra e mette in mezzo uno splendido cross per Sergio Floccari che di testa colpisce il pallone sul quale De Sanctis non può fare nulla. Il Napoli accusa il colpo ma resta in piedi grazie ai suoi uomini migliori: Lavezzi che non riesce ad indirizzare il pallone dopo un tiro pericoloso in area e Hamsik che anticipa più volte gli avversari di centrocampo.  La Lazio ci riprova al 20' con Mauri che appoggia il pallone per Kolarov che in corsa scaglia un potente sinistro ma De Sanctis riesce a bloccare in due tempi. La formazione partenopea sale di ritmo e, dopo un sinistro di Floccari vicino all'incrocio dei pali, sfiora il pareggio con Hamsik con un destro da ottima posizione. Nel momento migliore della S.S. Lazio quando ormai sembrava terminare il primo tempo in vantaggio ecco che arriva la doccia fredda:  lo slovacco batte con un soffice pallonetto Muslera sul lancio preciso da centrocampo da parte di Quagliarella; grave errore di Radu in difesa che non fa scattare il fuorigioco in tempo. Nella ripresa i ritmi della gara diventano decisamente più pacati nonostante l'ingresso in campo di Zarate, lasciato inizialmente in panchina, al posto di Rocchi. Per vedere la prima occasione bisogna aspettare il 65' quando Quagliarella ci prova dalla distanza senza però trovare fortuna. Due squadre che sembrano addormentarsi in campo anzichè tentare il colpaccio. I biancocelesti sembrano stanchi ed i napoletani accompagnano dolcemente la partita verso il pareggio. Entrambe le formazioni perdono una buona occasione per i rispettivi obiettivi: la Lazio si vede avvicinare l'Atalanta in chiave salvezza, il Napoli si vede allontanare la Sampdoria per la lotta al quarto posto. Intanto nella prossima giornata di campionato bisognerà scontrarsi contro il Bologna che non ha alcuna intenzione di regalare punti. Buona Pasqua a tutti...

5 commenti:

marco99 ha detto...

Auguri sinceri cara Yashal e vedrai che per la tua Lazio andrà tutto bene.
ciaooo

C'èSolol'Inter ha detto...

Battere il Napoli non era certo un giochetto ed il pareggio è un risultato comunque positivo, che testimonia i progressi della Lazio!

Un abbraccio e un sincero augurio di una serena Pasqua!
ciao
Sergio

Vincenzo ha detto...

Buona pasqua yashal!

Un saluto, Vincenzo.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

La rimonta dell'Atalanta ha alzato di non poco la quota salvezza, ci sarà ancora da soffrire ma questa Lazio ha dimostrato di avere le armi per centrare l'obiettivo senza troppi affanni...ciao!

Francesco - Calciomatto ha detto...

ci avevo preso, non perdeva. sotto col bologna e occhio ai diffidati. ciao!