14 mar 2010

Non basta Zarate "capo ultrà", all'Olimpico passa anche il Bari

La Lazio doveva uscire dall'Olimpico con i tre punti ed invece arriva un'altra sconfitta pesante contro un Bari abile a finalizzare al massimo le uniche palle gol avute. Ora la serie B dista solo due punti.
Eppure i segnali per un pomeriggio positivo c'erano tutti: Zarate( insieme alla Polverini)  improvvisato tifoso in Curva Nord, gli irriducibili che all'ingresso in campo delle due squadre fanno sentire il loro attaccamento alla maglia  sfoggiando una bellissima coreografia e la serie di infortuni dell'ultima ora ( Rivas e Barreto su tutti) del Bari. Tutto questo non è bastato per vincere. Neanche il pareggio sarebbe stato ben accolto, figuariamoci la sconfitta. Così dopo un primo tempo brutto, giocato dai biancocelesti sotto ritmo, forse per la paura di scoprirsi e lasciare il contropiede agli uomini di Ventura, nel quale l'unico tiro nello specchio della porta di Gillet è arrivato solo al '45 con Hitzelsperger ( entrato al posto di Matuzaleme), nella ripresa, a sorpresa, dal nulla, il Bari si porta in vantaggio: 6' minuto di gioco, calcio di punizione dalla destra, esce male Muslera che respinge sui piedi di Almiron il pallone che va a depositarsi in rete. E' il panico. La squadra prova a reagire, la curva insieme a Zarate continua a cantare e ad incitare gli uomini di Reja. Non serve a niente. Gli undici biancocelesti in campo sono in confusione, attaccano senza ordine, Rocchi e Floccari si pestano i piedi e Gillet non è mai chiamato "veramente" in causa. Conseguenza inevitabile è, dieci minuti dopo, il raddoppio del Bari, in contropiede, con Alvarez. E' un gol che spezza le gambe. Reja guarda impotente i suoi ragazzi e prova a cambiare la situazione inserendo Mauri e Cruz, la Curva non smette un secondo di incitare. La Lazio si butta a capofitto in avanti e alla mezz'ora riesce anche ad ottenere un calcio di rigore. Potrebbe essere la svolta psicologica. Sul dischetto va Kolarov...tiro....parata di Gillet che strozza in gola l'urlo di gioia del popolo laziale. E' finita. Il Bari espugna l'Olimpico di Roma ed aggiunge un'altra perla ad una stagione ricca di soddisfazione, la Lazio è in bilico sul baratro della serie B lontana, come già detto, solo 2 punti.

12 commenti:

Vincenzo ha detto...

La situazione per voi è sempre più drastica. Siena e Livorno hanno racimolato un punto preziosissimo mentre voi siete sempre là. In bocca al lupo per questo finale di stagione!

Un saluto, Vincenzo.

alfredo ha detto...

Vincenzo non ti preoccupare per noi...che ormai siamo retrocessi...Io comincerei a preoccuparmi anche per la tua inter...sperando di sbagliarmi!

Ed ora le note dolenti!

Cari fratelli laziali è più di qualche volta che scrivendo qui su questo blog ho ribadito una cosa che ormai è alla luce di tutti i tifosi laziali e sportivi in genere...

I GIOCATORI DELLA SSLAZIO1900 indegni rappresentanti HANNO DA TEMPO AMMUTINATO! si proprio così e l'ammutinamento è nato lo scorso anno quando ha distrutto il morale di mr delio rossi perdendo 18 partite in un campionato che nemmeno chi retrocede le perde. Quest'anno nonostante Ballardini si sia impicciato e abbia fatto danni tattici posso garantire che si è impegnato più lui che i giocatori e ieri finalmente nell'intervista di fine partita REJA mi ha dato ragione(almeno questo dice la verità): ha asserito che tatticamente la lazio non è una squadra che non ha giocatori in grado di fare il cambio di ritmo, che non ha giocatori motivati ed alcuni che sono distanti migliaia di km dalla drammaticità della situazione. Ha mascherato con l'aspetto psicologico quello che io chiamo AMMUTINAMENTO. Un ammutinamento che darà ai giocatori il via libera dalla società a liberarsi e andare via da ROMA. In pratica ci mandano in B e poi spariscono lasciandoci con un manipoli di giovani primavera da cui ricominciare la lentissima risalita in A.

Devo dire la verità...Sarei felicissimo se se ne andassero tutti a questo punto non li voglio più vedere ma la domanda è questa...IO IN B E TU TE NE VAI TRANQUILLO VIA COME SE NULLA FOSSE SUCCESSO?

beh nooooo intanto vi spacchiamo le gambe perchè non ti voglio più vedere con questa maglia che hanno indossato SALAS, ALMEYDA, MANCINI, WILSON, NEDVED, SIMEONE ecc ecc...Da roma te ne andrai co le ossa rotte e non ci tornerai nemmeno da turista perchè quello che avete e state facendo non lo merita nessun tifoso del mondo...preferisco scenda in campo la primavera che perderà con più dignità...
Il povero REJA è solo da difendere e coccolare per il prossimo anno in B...con giocatori nuovi e stimolati al punto giusto si potrà pianificare la risalita in A....

Fratelli Biancoazzurri e simpatizzanti non c'è più speranza di salvezza ma continuiamo ad andare allo stadio e facciamoli sentire colpevoli e ridicoli...di una situazione vergognosa!

DI LOTITO nemmeno parlo...è lui l'artefice di tutta la faccenda...ma ora mi appare meno sereno...sta capendoforse che anche la sua incolumità è a grosso rischio... |Il problema non è retrocedere è la dignità calpestata di qualche milione di tifoso...che non avrà pietà...nessuno avrà pietà di questi infami!

SSLAZIO1900 piazza d'armi solo la maglia per sempre..

Un abbraccio a tutti!

Bianco Su Nero ha detto...

è incredibile.. non riesco a capire come sia possibile quello che vi sta succedendo..

non è possibile che sia colpa di lotito e basta, questa lazio mi sembra sfiduciata.. forse colpa della pressione dei tifosi?

alfredo ha detto...

Pressione dei tifosi?
Ti basti pensare che quando vincevamo coppe e scudetti nell'era cragnotti quando c'erano i campioni veri...c'era una contestazione a settimana!
Questi non sanno nemmeno cosa siano le contestazioni hanno fatto quel che gli è parso e piaciuto fino ad ora permettendosi di cacciare via ROSSI, BALLARDINI e vedrete che anche REJA se ne andrà.

La situazione è più semplice di quel che vogliono farla apparire. I giocatori non vogliono giocare, remano contro la società e contro la permanenza nella società. Prossimo anno con la lazio in B si svincoleranno quasi tutti e si libereranno di LOTITO.

La colpa è di lotito per la situazione creata, un demende, un cafone che non capisce nulla di calcio e di imprenditoria. Un malvivente che ha giocato con la fede di un intero popolo. Poi i giocatori hanno cominciato a metter il loro...saranno 5 mesi che hanno ammutinato. Sfido chiunque a fare 26 punti con una rosa del genere...anche il cittadella (che incontreremo il prossimo anno avrebbe fatto meglio)..

Vincenzo ha detto...

Ciao Alfredo, io penso alla mia Inter ovviamente però mi dispiace per la vostra situazione e volevo dirvelo. CIao.

JUVE 90 ha detto...

ro sicuro che avreste vinto. Mi dispice per voi, ma se non vincete con il Bari svogliato ci sono problemi enormi. Fortunatamente il Livorno va pianissimo, altrimenti il nostro campionato rischierebb di perdere una squadra di grande tradizione e verrebbe a diminuire il valore di un campionato sempre più da dopo-lavoro ferroviario

Chainjaw ha detto...

Povera Lazio, alla fine credo che si salverà, Atalanta siena e livorno sono destinate alla B

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

D'accordo co Bianco Su Nero, le responsabilità non possono essere solo di Lotito, a questo punto sul banco degli imputati devono salire in primis i calciatori!
Scusa Alfredo non capisco perchè i giocatori dovrebbero puntare alla retrocessione per svincolarsi dalla Lazio: ma dove sta scritto che se andate in B loro possono liberarsi a parametro zero? Ci sono dei contratti da rispettare, se la società non vorrà venderli i vari Kolarov, Zarate e compagnia bella si faranno le trasferte di Cittadella e Crotone...ciao!

4EverInter ha detto...

Come avevo scritto....

Per chi non é abituato a lottare per la salvezza...l'ostacolo maggiore e a livello psicologico.Invece di riuscire a mettere quel qualcosa in piú...si é sempre frenati e si finisce con quel qualcosa in meno che poi a questi livelli fa la differenza !

Il problema é tutto qui !

alfredo ha detto...

Caro Andrea Blucerchiato...vengo a darti la risposta che potrebbe sembrarti assurda ma assurda non è quando c'è di mezzo CLAUDIO LOTITO. Se la lazio avesse avuto un presidente normale...non ci sarebbe stata la grana dei dissidenti e non starebbe in questa situazione...Avrebbe venduto pandev e ledesma a gennaio ma nel frattempo avremmo messo fieno in cascina e goderci una posizione migliore facendoli gicoare come fa il palermo con simplicio e bresciano.
Per quanto riguarda l'atteggiamento voluto dai calciatori per andare in serie b e svincolarsi è presto detto. Precchi di questi indegni possono sfruttare l'articolo 17 (Kolarov, LEDESMA, Rocchi...Mauri) e quindi svincolarsi con più facilità se scendono di categoria. Per tutti glia altri parlo di ZARATE, Muslera, Diakitè, ci pensano direttamente i procuratori che non accetterebbero una riduzione d'ingaggio in caso di retrocessione e quindi li porterebbero verso altri lidi e LOTITO sarebbe costretto a vendere. CREDO che finisca così...noi tifosi a mangiarci il fegato in B, giocatori che spariscono e un presidente che se tiene alla pelle venderà la società facendo cassa con i giocatori. Questo è il modo più logico per come andrà a finire. POI SE VOGLIAMO ESSERE OTTIMISTI E SOGNATORI POSSIAMO ANCHE DIRE CHE CI SALVIAMO AD OCCHI CHIUSI...ma non è la realtà...la realtà è fatta di bisticci interni, giocatori che non si parlano e una società che non esiste...

COME VORREI AVERE UNA SQUADRA
COME VORREI AVERE un PRESIDENTE HCE FACCIA IL PRESIDENTE!

sslazio1900 solo la maglia!

yashal ha detto...

Una risposta perfetta, bravo Alfredo!

p.s. grazie a tutti gli amici del blog per il supporto morale...saluti laziali.

marco99 ha detto...

Ogni volta che sono sicuro della vittoria della Lazio poi dalla tv apprendo queste assurde sconfitte.

Credo che abbia ragione Alfredo.
Quando una società non esiste è l'ambiente che ne paga le conseguenze.

Il vantaggio è che le ultime vanno malino e non sempre il siena troverà una juve disposta a regalargli un punto simile.

ciao