25 mar 2010

Nel blu dipinto di blu, felice di stare (quasi) lassù...

Di fronte a un pubblico da big match, la Lazio vince per la seconda volta consecutiva senza subire gol. Vince 2-0 per il suo popolo che la acclama sin dai primi minuti di gioco. Come dicevo sembra uno stadio pronto ad accogliere una squadra da scudetto, ieri sera infatti a vincere è stato soprattutto il popolo laziale. Un colpo d'occhio notevole lo stadio Olimpico così gremito, quasi a voler sottolineare le immeritate sofferenze alle quali è sottoposto per colpa di un presidente incompetente. Edy Reja conferma i pronostici di formazione e la partita può iniziare. C'è solo una squadra in campo che conferma il buon momento, Tommaso Rocchi e i suoi sembrano inarrestabili, difendono compatti e ripartono con un contropiede veloce e aggressivo tanto da preoccupare più di una volta il portiere Curci (migliore in campo per il Siena). Siamo al 6' di gioco quando dalla Curva Sandri si sente un boato: "Lazio, Lazio" e soprattutto è il sesto minuto, quando Stefano Mauri crossa in area avversaria: Lichtsteiner anticipa Del Grosso e beffa Curci. Esplode l'Olimpico insieme alla gioia di Licht! e company. I biancocelesti non si fermano un attimo: al 9′ il portiere in uscita chiude lo specchio della porta all'instancabile Mauri , questa volta applaudito e mai fischiato. I senesi sbagliano molti passaggi e sembrano non essere in grado di reagire, così ne approfitta il contropiede romano che con Zarate, Rocchi, Brocchi e Mauri mette in serie difficoltà la difesa. Al 14′ Rocchi tira debole, al quarto d’ora alta la conclusione da lontano di Kolarov, poco dopo il leone Stendardo anticipa Larrondo di testa. Ma è Curci come già detto il migliore dei suoi, alla mezz'ora strozza in gola il grido di gioia dei tifosi:  buon tiro di Maurito Zarate ma l'estremo difensore respinge. Finisce il primo tempo tra gli applausi del pubblico che mai in questa stagione avevano visto una squadra così competitiva, energica e volenterosa come in questo turno infrassetimanale. Tornati dagli spogliatoi sembra uscire un pò di più il Siena che soprattutto con il suo Bomber Maccarone tenta di recuperare lo svantaggio. Malesani incita dalla panchina mentre Reja rimprovera l'argentino Maurito per la poca presenza in area avversaria. La partita si affievolisce, i cronisti sono indecisi se consegnare la palma di migliore in campo a Brocchi,Stendardo,Lichtsteiner o Rocchi, questo tanto per capire la buona prestazione di quasi tutti i giocatori. Edy cambia qualcosina: fuori Zarate per Cruz. E' il cambio che mette la parola fine alle speranze toscane. La sostituzione avviene prima del calcio d'angolo a favore dei biancocelesti, Cruz si posiziona e su cross di Ledesma trova un meraviglioso gol di rovesciata. L'Olimpico festeggia e respira con i suoi giocatori. Edy Reja sorride in panchina consapevole che il suo lavoro inizia a dare i primi frutti. C'è il tempo di abbracciare un grande come Foggia che rientra dopo un brutto infortunio. I tifosi al cambio tra i due giocatori, non sanno se applaudire di più la magica prestazione del capitano o il rientro di Foggia. Finisce 2-0 per la Lazio, si torna a sperare nella salvezza, ma soprattutto si festeggia la fede e la passione di un popolo che nonostante le enormi sofferenze resta al fianco della sua amata. Forse questa passione inizia a contaggiare anche i calciatori che giocando il finale di stagione così potrebbero lanciare un segnale forte per l'anno prossimo, ovviamente senza Lotito tra i piedi. Adesso a Milano con la stessa grinta.

8 commenti:

Antonio ha detto...

Atalanta permettendo, siete fuori dalla melma in cui vi eravate cacciati..e domenica, contro un Milan senza Pirlo e Ronaldinho, una Lazio che ci crede può anche fare punti..

Vincenzo ha detto...

Bravissima Lazio! Visto yashal che prima o poi ne sareste usciti? Ora continuate così e legnate per bene il bilan domenica!

Un saluto, Vincenzo.

marco99 ha detto...

dai che è quasi fatta :) ciao!!

Francesco ha detto...

Analisi impecabile...state uscendo da una situazione critica, merito di reja che evidentemente ha saputo usare le parole giuste con i suoi giocatori. La reazione è stata evidente. Anche secondo me contro il Milan la Lazio può fare risultato, anche perchè quello visto a Parma tutto sembra tranne che una squadra che sta lottando per lo scudetto.

Chainjaw ha detto...

una vittoria importantissima, per me la salvezza è cosa fatta

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

La quota salvezza si è alzata di un paio di punti ma ormai il traguardo è davvero ad un passo...ciao!

francescomisc ha detto...

Contentissimo per voi, sinceramente.

Bianco Su Nero ha detto...

cazzo complimenti!

mi dispiace solo che domenica probabilmente l'atalanta porta a casa i 3 punti contro di noi, dandovi fastidio..