09 feb 2010

Sognando Trapattoni, arriva Reja.

Con colpevole ritardo, giunge al termine il calvario biancoceleste chiamato Ballardini. Pronto il cambio in panchina, a subentrare sarà Edy Reja, ex Cosenza e Napoli. Un tecnico di qualità con un buon bagaglio calcistico alle spalle. L’accordo è infatti già concluso: contratto di un anno e mezzo, con clausola di rescissione a favore della Lazio da esercitare al termine di questa stagione tramite pagamento di una penale. Reja guadagnerà circa 1 milione di euro in un anno e mezzo se resterà in sella fino al 2011. Si attende solo l’ufficialità. Il sogno proibito era Giovanni Trapattoni ma le cifre guadagnate con la nazionale irlandese erano troppo esose per una società povera come quella laziale. Così è pronto il cambio, così salutiamo un mister senza spina dorsale che ha daneggiato l'intera stagione della prima squadra di Roma. 
Così alla fine Lotito ha scelto Edoardo Reja, detto Edy. Lo ha fatto per necessità, lo ha fatto in una notte di febbraio, nel suo studio di Roma, lasciando il chiasso e le contestazioni fuori dal suo appartamento. Alla fine Lotito ha scelto Reja e Edy Reja ha scelto Lotito, lui che a Spalato era considerato un eroe, con quel cognome che sembra croato, ma è solo apparenza perchè lui è nato a Gorizia nel 1945. Ha scelto la Lazio con le lacrime agli occhi, per aver lasciato una squadra in vetta al campionato e una società, l'Hadjuk, che lo ha accolto fin da subito come uno di famiglia. Troppo forte era il richiamo dell'Italia, di una piazza importante come Roma, così ha detto sì. Toccherà a lui salvare la barca che sta affondando, lui, comandante d'altri tempi che in carriera ne ha viste davvero di tutti i colori.  Lui che bada al sodo, alla sostanza. Lo ha sempre fatto, a Napoli e a Vicenza, a Cosenza e a Bergamo, in piedi, a gridare e incitare la squadra. Il compito è difficile, la missione che gli è stata affidata presenta tante insidie e tanti problemi che il mister dovrà subito cercare di risolvere, fin dal suo primo giorno, perchè ci si aspetta la salvezza, ci si aspetta subito un cambio di mentalità. Speriamo che questo sia il primo passo di una nuova Lazio, in attesa della risoluzione più importante: il cambio al vertice.
In bocca al lupo, Edorado...

9 commenti:

alfredo ha detto...

beh se cercavamo uno con le palle il buon EDY ce l'ha e speriamo che riesca a dara anche qualche pizza a quei giocatori che tirano sempre indietro il piede...
Peggio di Ballardini non potrà mai essere...ma questo dimostra che siamo alla frutta!
Avanti lazio Avanti EDY dacci la salvezza!

Antonio ha detto...

E un altro ramo del fallimento è stato staccato..Ballardini, oltre le colpe di tipo tecnico, aveva ormai perso la bussola tipo Ferrara alla Juve.

Un cambio serviva, e anche se tardivo è arrivato..Reja porterà quella ventata di freschezza che dovrebbe bastare alla Lazio per centrare l'(assurdo) obiettivo della salvezza.

Dato per morto ormai il Siena, restano due posti..

4EverInter ha detto...

Avete letto l'articolo di Renga oggi sul messagero ?
Cosa ne pensate ?
" Giocatori contro la societá e che festeggiano silenziosamente le sconfitte ! "

C'èSolol'Inter ha detto...

Il mio timore è che i giocatori si sentano un pò sottomessi da Lotito, la cui gestione della Società mi sembra imbarazzante (vedi Pandev).
Reja è l'uomo nuovo al comando, che porterà sicuramente nuovi stimoli, speriamo che i giocatori lo seguano verso la salvezza e perchè no, verso mete più ambite, perchè sono convinto che la Lazio abbia un ottimo potenziale! ciao
Sergio

Vincenzo ha detto...

IO essendo di Napoli ho potuto seguire da vicino Reja. Devo dire che è un buon allenatore che sa far giocare le proprie squadre. L'unico difetto che ha è il non saper gestire tanti giocatori dato che gioca sempre con gli stessi 11.

Tanto basterà comunque per garantirvi la salvezza!

Un saluto, Vincenzo.

marco99 ha detto...

Tutti sono meglio di ballardini, eccetto forse ferrara.
Cmq per non divagare posso dire che con lui la Lazio si toglierà presto da questa scomoda posizione di classifica.

Certo rimane il "dossier" lotito.
Voglio dire che quando non si ha un propietario e una dirigenza di valore e competente i problemi sono sempre dietro l'angolo.
Noi per esempio avoglia a cambiare allenatori finchè blanc rimarrà sulla sua poltroncina da un milione di euro e passa l'anno...

JUVE 90 ha detto...

Alla fine ve ne siete liberati. Ho sentito anche di scontri all'allenamento, un po' di rabbia ci stà, però meglio non esagerare, altrimenti si diventa come i napoletani. A proposito: che aspettano a vietare tutte le trasferte a chiudere il san paolo? aspettano che ci scappi il morto?

Entius ha detto...

Era fin troppo evidente che la gestione Ballardini era alla fine. Solo uno come Lotito poteva indugiare così tanto prima di prendere una decisione così lampante.
Anche se credo che Ballardini paghi anche per colpe non sue.

Reja è un buon allenatore. Sono sicuro che farà bene.

alfredo ha detto...

PER 4everinter
Se fosse davvero come dice REnga...allora alla fine del campionato ci sarebbero dei morti...e io sarei uno dei primi a sprangare i giocatori se si comportassero così. ma non ci credo perchè RENGA è un pupazzo giallorosso un giornalaro, uno schifo d'uomo come uno schifo d'uomo è UGHETTO TRANI quindi questi beceri individui non vedono l'ora di sputare veleno sulla LAZIO e affondarla. Con la lazio in B o meglio fallita, tutta le istituzioni remerebbero a favore della RIOMMA. Di questi individui nella carta stampata romana ce ne sono decine, hanno il cuore giallorosso e si permettono di scrivere per la lazio...capito qual'è il problema?
Sicchè, i sussurri diventano notizie gravi e irreparabili, piaghe sanguinose che mangiano la tranquillità della sslazio1900. Per quanto riguarda le merde giallorosse invece non esistono problemi. Va sempre tutto bene,mai uno scandalo. POTERE DELLA DITTATURA MEDIATICA GIALLOZOZZA CHE IMPERA A ROMA!

E io sono orgoglioso di starne all'opposizione!

Alè la lazio!