14 feb 2010

Lazio: tre punti a Parma e lacrime di gioia.

Lacrime di gioia. La voglia di fare bene questa voltà è stata più forte di qualsiasi avversario. La gioia di ritrovare un campione come Ledesma a centrocampo, la gioia di vedere un allenatore incitare la squadra con tutto il fiato possibile in corpo. La gioia di vedere un gol di Zarate e la felicità mischiata alla rabbia di un difensore come Stendardo, dopo il gol del vantaggio. Queste sono state le emozioni di questo pomeriggio da incorniciare per Edy e la Lazio. Un solo desiderio ora come ora: continuare così perchè questa è la squadra che meritano i tanti tifosi biancocelesti. La partita: Il Parma soffre sin dall'inizio la stanchezza del match disputato in settimana contro l'Inter, ma gioca bene mostrando le sue qualità.  Al 9' traversone di Galloppa dopo un bel recupero di Antonelli. Blocca Muslera. Poco dopo è la Lazio a fare sentire la sua voglia di rivincita: Punizione di Ledesma parata senza problemi da Mirante. Ledesma che nonostante il prolungato stop è ancora il grande protagonista di sempre. Per gli emiliani, il migliore è Biabiany che a porta vuota però sbaglia un gol incredibile. A questo punto esce fuori tutto l'orgoglio biancoceleste che inizia a spingere per trovare il gol. Il primo tempo finisce 0-0. Nella ripresa è ancora tanta Lazio. Dopo pochi minuti di gioco il Parma sostituisce Paloschi, per Lanzafame. Infortunio muscolare per l'attaccante, uscito in lacrime. Panucci, Antonelli e Guidolin cercano invano di consolarlo. Ma la Lazio spinge e spinge, fino al meraviglioso gol, che fa esplodere la gioia di Stendardo che lo realizza e di tutto il popolo laziale. Angolo battuto da destra, errore in uscita di Mirante e tocco vincente. Un minuto dopo verrà espulso l'ex Jimenez per una parola di troppo nei confronti dell'arbitro. Il Parma è in confusione, il gioco è nelle mani della Lazio che non sbaglia un colpo, difende bene e riparte in contropiede. Kolarov sbaglia una rete clamorosa tutto solo davanti la porta di Mirante. La notizia più bella è il raddoppio firmato Mauro Zarate: tocco morbido che decreta la vittoria della Lazio. Finisce 0-2 grazie a Edy Reja, soprattutto. Un allenatore grintoso e tenace che ha mostrato quanto sia importante credere nella salvezza. Grazie Edy, oggi la nostra stima è tutta per te. Adesso a Palermo contro l'ex Delio Rossi per credere fino in fondo in questo nuovo percorso biancoceleste.

9 commenti:

marco99 ha detto...

complimenti! finalmente la stagione comincia a girare...

Vincenzo ha detto...

Complimentissimi, Reja vi porterà a un ottimo finale di stagione. Zarate in panca e Ledesma in campo sono state mosse azzeccate per me.

Continuate cosi, Vincenzo.

C'èSolol'Inter ha detto...

Un vittoria importante, morale e punti. Adesso potete guardare alla prossima sfida con più fiducia!
Cosa ti avevo detto yashal? Potete risollevarvi e avete cominciato a farlo, avanti così! ciao
Sergio
C'èSolol'Inter!!!|ilblog

Mary ha detto...

Speriamo non sia stato solo un momento. Io non credo.
Credo di aver visto una squadra molto più motivata, grintosa e anche moralmente compatta.
Credo che l'arrivo di Reja abbia davvero dato una svolta positiva a questa Lazio.
Magari è la volta buona che ricominciamo a volare sul prato verde e in classifica!
AVANTI LAZIO!

4EverInter ha detto...

Come avevo detto in un commento dei giorni scorsi il Parma nonostante il pareggio con l'Inter non era insormontabile.La cosa positiva il ritorno di Ledesma e finalmenti anche certi episodi cominciamo a girare a favore !

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Anche stavolta è stata confermata la regola che il cambio di allenatore provoca inevitabilmente una scossa all'interno della squadra e così penso sia accaduto anche alla Lazio: una scossa solo ed esclusivamente psicologica perchè Reja in tre giorni di certo non credo abbia potuto apportare chissà quali stravolgimenti tattici anche se ho visto che ha schierato un'inedita difesa a tre...alla salvezza mancheranno una decina di punti e non credo che questa squadra faticherà farli in fretta...ciao!

Orgoglio nerazzurro ha detto...

Complimenti per la splendida e meritata vittoria, che sia la ripartenza per un buon proseguimento di stagione.
Un saluto.

alfredo ha detto...

La sensazione positiva che avevo venerdì si è materializzata poi domenica suil prato del Tardini...Come dicevo bastava poco...primo trovare un equilibrio in una squadra che non ne aveva e secondo non meno importante togliere dal campo BARONIO...uno che porta jella, uno che vederlo istituito a leader della squadra a scapito di ledesma, rocchi o zarate...era semplicemente agghiacciante. Via Ballardini Via Baronio siamo a metà dell'opera...I ragazzi hanno riacquistato umore perchè c'è un allenatore che parla ai propri giocatori li sporna li incita ed è presente sul rettangolo di gioco anche verso gli arbitri...insomma è un allenatore che non lascia da sola la squadra. Niente di grandioso...a volte la normalità partorisce grandi imprese e REJA sarà il nostro "NORMAL ONE"...
Avanti Lazio con grinta e onore...per la maglia e per GABBO!

Bianco Su Nero ha detto...

Complimenti!
quando inizia una striscia positiva la partita successiva è già vinta al 50%!

cosa che noi non ricordiamo troppo bene.