01 gen 2010

Lotito si confessa:


Ecco una breve intervista al presidente della S.S. Lazio 1900, Claudio Lotito. Passato, presente e futuro, il presidente si confessa:


Presidente Lotito, cosa si aspetta dal 2010?
“Una squadra determinata che con l’anno nuovo dimostri carattere, atteggiamento volitivo e grande voglia di soddisfare i propri tifosi”.

Che salva del 2009?
“Fino a settembre tutto, visto che abbiamo conseguito due titoli. Poi abbiamo avuto un periodo di offuscamento e mi auguro che l’anno nuovo ci consenta di ripartire con l’atteggiamento giusto”.

Ci saranno nuovi acquisti a giorni per migliorare la squadra?
“Sicuramente sto lavorando per rendere la Lazio ancora più competitiva attraverso l’inserimento di alcuni giocatori”.

Floccari è ufficiale?
“Di questo non ne parliamo. Il mercato apre il 2 gennaio”.

Quanti acquisti ci saranno?
“Quelli che sono necessari per rendere più competitiva la squadra”.

E’ in contatto con Ballardini in questi giorni?
“Sì”.

Maxi Lopez arriva?
Il mercato apre il 2 gennaio”.

Fino allora non sapremo niente?
“Non è che non ufficializziamo. Come facciamo a ufficializzare se il mercato apre il 2?”.

La vicenda Pandev proseguirà?
“Ho già espresso le mie considerazioni sulla materia. La Lazio sicuramente non rimarrà imbelle e con le mani in mano”.

E Ledesma? Situazione uguale a Pandev?
“Ogni storia è una storia a se”.

Ci sono possibilità di ricucire il rapporto?
“Lasci perdere le ricuciture. Torno a ripetere: quello che ha subito in questo momento la Lazio non passerà inosservato”.

Si vocifera di Kolarov all’Inter…
“Non ci sono trattative in questo senso”.

Ma resterà o rinnoverà?
“Non ci sono trattative per la vendita del giocatore”.

Questione stadio. Si faranno passi avanti nel 2010?
“Dipenderà dalla legge che verrà varata e dalle possibilità di applicazione della legge per poter attuare il progetto dello stadio”.

Del botta e risposta Zarate-Totti, che ne pensa?
“Sono abituato a non valutare i commenti e i comportamenti che non hanno nulla a che vedere con il mondo del calcio”

Cosa è? Una tirata di orecchie al suo Zarate?
“No, non è una critica al mio Zarate. Io ho una filosofia completamente diversa della valutazione dello sport. Non deve essere affermazione di una identità singola ma di valori assoluti. E nel momento in cui vengono travalicati i valori si deve cercare di attuare un sistema che cerchi di ripristinarli attraverso una logica che sia didascalica e moralizzatrice. Lo sport deve essere un punto di riferimento per tutti come esempio. E i campioni devono dare l’esempio non solo sul campo ma anche nella vita e nei comportamenti”.

Questo è riferito a Totti o a Zarate?
“È riferito a tutti coloro che hanno un atteggiamento che non è consono al ruolo che ricoprono”.

La maglia dei 110 anni. Ci giocheremo già con il Livorno? Verrà presentata?
“Come tutte le cose avrà valenza pubblica e mediatica”.

Il rapporto con Ballardini come va? Tutto a posto?
“Certo”.

Verranno soddisfatte le richieste del mister sul mercato?
“Ballardini è persona che non fa richieste di nomi, ma fa richieste tecniche. E queste richieste tecniche trovano il consenso da parte della società, sono condivise. Per cui tutto quello che serve per accrescere la qualità della squadra verrà messo a disposizione dalla società”.

Prima del 6 gennaio col Livorno vedremo qualche nuovo acquisto o arriveranno magari solo verso il 31 gennaio?
“Gli acquisti verranno fatti secondo i tempi idonei per poterli realizzare al meglio”.

Ma perché Floccari ancora…
“Adesso basta! Avevamo detto 3 minuti!"

3 commenti:

Francesco ha detto...

Mah Lotito mi lascia sempre più perplesso...in questa intervista mi è apparso nervoso e seccato...dovrebbe essere più umile...cmq è un personaggio che nn fa bene alla Lazio...

marco99 ha detto...

la cosa sconcertante è che moratti ha ridotto roma e le due squadre romane un grosso hard discount personale dove attingere a suo piacimento..
questa è la cosa peggiore di tutto.
poi di pandev all'inter ne sarà entusiasta balotelli ;)
ciao

Francesco - Calciomatto ha detto...

se non se li prende Moratti se li prende qualcun altro. Non mi risulta che Juve e Milan non abbiano speculato sul bisogno altrui di fare cassa (sennò col cavolo che partivano i vari Nedved, Emerson, Zebina da una parta Oddo, Stam e Nesta dall'altra).
Balotelli è più entusiasta di Giovinco a cui hanno chiuso ogni spazio con lo pseudo fenomeno della bundesliga.
Lotito sente la pressione di una piazza sempre più compatta nel non amarlo, è un fantoccio messo lì dalla politica ad amministrare e a proporre mega progetti edilizi per ingrassare certi ben noti personaggi. tutto a discapito della povera Lazio.