09 gen 2010

La S.S. Lazio 1900 compie 110 anni!




In Piazza della Libertà ( nel rione Prati) , il 9 gennaio 1900, nove giovani romani guidati da Luigi Bigiarelli seguito dal fratello Giacomo e dagli amici più stretti fondarono la società polisportiva di Roma. Nata, ad inizio secolo, come società podistica, nel corso degli anni ha incrementato il numero delle discipline praticate, tanto da diventare, con le sue attuali 40 sezioni e 6 attività associate, la più grande polisportiva d'Europa ed una delle più grandi del mondo. Inoltre, la Lazio, è stata anche la prima società di calcio italiana a fare il suo ingresso sul mercato di Piazza Affari( insieme a Juventus e Roma è infatti una delle tre società italiane di calcio quotate in Borsa.) 110 anni di fede e d’onore, di gioie e dolori, insomma, di mille emozioni, di molti trofei: dalla prima coppa Italia del 1958, passando per la serie B degli anni sessanta fino al primo scudetto della “banda” Maestrelli. Gli anni novanta siglano gli anni d'oro della S.S. Lazio 1900. Sono quelli del presidente Cragnotti e di una società che che pensava in grande e comprava i migliori giocatori in circolazione (Vieri, Salas, Simeone, Veron, Stam, Almeyda, Fiore, S.Conçeicao, Poborsky, etc..). Sono anni in cui il capitano Alessandro Nesta alza al cielo trofei importanti. Si vince di tutto: dalla Coppa Italia, alla Supercoppa, dalla Coppa delle Coppe fino al secondo scudetto, al termine della stagione 99-00 dopo un brillante testa a testa finale contro la Juventus. Purtroppo questi anni sono destinati a finire presto.
Dopo il fallimento dell’era Cragnotti si racconta una Lazio altalenante tra il rischio di fallimento e l’acquisto della società da parte di Claudio Lotito. Tra Di Canio, Rocchi, Pandev e Delio Rossi si raggiunge la qualificazione in Champion’s League e la conquista della Tim Cup. Il resto è storia recente, quella storia che porto avanti a suon di post nel mio modesto blog. Sabato 9 Gennaio 2010 al salone d'Onore del CONI a Roma, alla presenza del Sindaco, del presidente del CONI e di tantissimi personaggi della Lazio, ci sarà una sfilata delle 40 sezioni e le 6 associate. Per ricordare 110 anni di storia, per rivedere vecchie glorie del passato e personaggi del presente. Si chiama Lazio, è in Italia questo nome è quello di una squadra di calcio, in realtà, prima di tutte le squadre di calcio del mondo, il nome Lazio significa tutta un'altra cosa. E questo qualcosa non è una "semplice" società polisportiva, certo, è anche questo, è soprattutto questo, ma anche qualcosa di più. Perchè la Lazio, l'essere laziali, è un modo di essere, un ideale, unico nel suo genere. Inimitabile, e per questo prezioso. La lazialità è una condizione dell'anima, non è semplicemente tifo, non è solo incitare undici ragazzi che corrono, ma è amore, è saper soffrire e gioire, è appartenere tutti insieme ad un idea che fa del collettivo, della libertà individuale, del rispetto e dell'onore la sua forza. E allora Forza Lazio, questa vecchia giovane creatura immortale. 110 anni, in fondo, rispetto all'eternità, non sono nulla.
Buon compleanno.

5 commenti:

Antonio ha detto...

E buon compleanno, aquilotti!

Bianco Su Nero ha detto...

AZZ! Siete anche voi una vecchia signora ormai! auguri!

Vincenzo ha detto...

Auguri per i vostri 110 anni!

Un saluto nerazzurro, Vincenzo!

marco99 ha detto...

Auguri alla lazio allora! :)

a'nigolè ha detto...

centodiecianni d'amore tanti auguri Laziooooooooooooooooooooo..