04 ott 2009

-Lazio abbonata al pareggio-

Finisce 0-0 Fiorentina-Lazio tra classe,divertimento ed un gol fantasma. Una squadra senza timori quella vista a Firenze, reduce dalla bella prestazione in Europa League, la Lazio non si spaventa di una Fiorentina capace di umiliare il Liverpool, anzi le incute timore. Parte subito bene, proponendo un calcio vivace e veloce. E' percepibile ad "occhio nudo" la differenza tra una Lazio con e senza il capitano Tommaso Rocchi, che facendo buon movimento, permette a Zarate di smarcarsi più facilmente. Al 13' bella azione laziale, Zarate salta Kroldrup e sfonda a destra e mette in mezzo, il tocco sotto misura di Mauri non è preciso e la difesa viola si salva. E' una partita senza un attimo di pausa, le coppie Zarate-Rocchi e Mutu-Jovetic, divertono il pubblico toscano; Tanto bel gioco, ma poche occasioni da gol fino al 45' quando ne nascono ben due in poco tempo: sugli sviluppi di un corner, mischia in area della Lazio e Zanetti colpisce da pochi metri con Baronio che si ripete e respinge sulla linea. Appena prima del riposo Marchionni brucia Del Nero sulla destra, un rimpallo libera Montolivo che da pochi metri manda clamorosamente alto. Il secondo tempo vede una Lazio decisamente più pacata ed una Fiorentina che vuole fortemente la testa della classifica. Succede poco e niente fino al 23' quando Pasquale Foggia, sbaglia un gol clamoroso davanti la porta: grazie ad un rimpallo favorevole, si ritrova tutto solo davanti a Frey ma tira alto, per il dispiacere dei tanti tifosi biancocelesti presenti al Franchi. I viola non perdono mai l'occasione di ripartire in contropiede, e quando succede creano non pochi problemi al portiere capitolino. Ma la partita non finisce senza polemiche, la sostituzione di Mutu per Gialrdino cambierà gli animi del match, fino a quel momento blandi. E' infatti al 33' arriva l'episodio che farà discutere: Jorgensen lancia Gilardino, che salta Muslera e calcia in porta, Radu respinge ma la sensazione è che il pallone avesse già superato la linea di porta. Brighi però lascia correre. Le proteste dei viola si perdono invano mentre la partita volge al termine. Davide Ballardini nel post-partita è ben contento del risultato: "E' un buon pareggio, contro avversari che hanno qualità superiore - dichiara l'allenatore biancoceleste -. Il pari è giusto, considerando le occasioni nostre e quelle della Fiorentina. L'episodio del gol fantasma non cambia nulla nella mia valutazione". Il tecnico laziale si considera soddisfatto del lavoro fin qui svolto: "Rispetto all'anno scorso la squadra ha cambiato molto, la rosa è molto diversa, siamo contenti per l'attaccamento alla maglia che c'è in questi giocatori". D'accordo con il mister sul pareggio meritato, soprattutti ripensando alle tante occasioni sprecate. Adesso una breve pausa e poi aspettiamo la squadra rivelazione di questo inizio di stagione.

3 commenti:

a'nigolè ha detto...

Io dico che il pareggio considerando il gol fantasma va più che bene. ciao

francescomisc ha detto...

...una lazio che vive il "tormento mediatico" di pandev e Ledesma...ma cosa stà succedendo?

vi saluto

yashal ha detto...

Caro Francesco, succede ke stiamo x dare via uno dei migliori attaccanti della serie A,succede ke un certo Lotito non vuole capire ke giocatori del calibro di Pandev DEVONO essere stipendiati in maniera adeguata, succede ke un regista di qualità come Ledesma viene levato dalla rosa xkè si permette il "lusso" di chiedere più denaro. Succede ke Lotito ci ha salvati,è vero, ma ora non è in grado di mantenerci ad alti livelli quindi o aumenta gli stipendi (se può farlo) o mette in vendita la società, sperando in qualcuno ke può far tornare la Lazio a competere con le grandi. ciao