01 giu 2009

Juve vs Lazio e resoconto di fine stagione:







L'ultima partita contro la Juventus. Un sconfitta che non brucia a nessuno. Un attacco formato da Kozak e Mendicino fa ben pensare agli obiettivi ormai raggiunti e alla vacanza giunta in anticipo di una settimana per tutta la società e la rosa. Per la stagione estiva, concentriamoci su un buon calcio-mercato che possa portare nomi importanti nel club capitolino. Adesso un piccolo resoconto di fine stagione:

Il campionato
10 posto finale con 50 punti conquistati. 15 vittorie, 5 pareggi e 18 sconfitte. Le reti fatte sono state 46 e quelle subite 55. Con 13 goal il capocannoniere della squadra è stato Mauro Zarate, seguito a quota 9 da Goran Pandev e Tommaso Rocchi.
Questi i numeri, nudi e crudi, della stagione della Lazio nel campionato di serie A. Certo, le aspettative erano maggiori, soprattutto dopo un inizio esaltante, nel quale, i ragazzi di Delio Rossi, hanno collezionato addirittura 4 vittorie nelle prime sei partite, arrivando anche a toccare la testa della classifica. Da allora però, e precisamente dalla sconfitta di Bologna per tre a uno, la squadra ha cominciato a scendere, disputando prestazioni altalenanti, senza vie di mezzo, pareggiando solo 5 volte. Abbiamo giocato bene contro le grandi squadre, mentre contro le piccole siamo stati spesso in difficoltà, lasciando per strada punti clamorosi anche all'Olimpico, come contro il Cagliari, il Chievo o l'Atalanta. Così, lontana dell'Europa, da marzo in poi la squadra si è concentrata solo sulla Coppa Italia, ritenendo questo traguardo più prestigioso e più importante di qualsiasi altro piazzamento finale.
Voto 5,5

La Coppa Italia
Splendida, magnifica vittoria. Dopo cinque anni siamo tornati a vincere un trofeo importante e lo abbiamo fatto soffrendo fino agli ultimi secondi, davanti al nostro pubblico. Ci sono voluti i calci di rigore per avere la meglio sulla Sampdoria, dopo aver eliminato squadre del calibro di Milan e Juventus, ma alla fine, è stato trionfo. Nessuno, ad inizio anno, si sarebbe mai aspettato di vedere la squadra alzare la coppa e per questo, il successo, così inaspettato e sognato, è stato qualcosa di meraviglioso. Così come il cammino fino alla finale di Roma, assolutamente esaltante: prima partita e 2 a 0 all'Atalanta grazie ai goal di Ledesma e Pandev. Negli ottavi di finale altra vittoria, ma questa volta contro il favoritissimo Milan. 2 a 1 in rimonta, grazie alle reti di Zarate all'87 e di Goran Pandev, ancora lui, al 2 minuto del primo tempo supplementare. Nei quarti di finale, invece, l'avversario è stato il Torino, e anche contro i granata i ragazzi di Delio Rossi hanno disputato una partita perfetta, vincendo per 3 a 1 e sempre in rimonta. Pandev, Mauri, Rocchi, questi i marcatori. In semi finale tutti puntavano sulla Juve, ma la Lazio, ancora una volta si è superata, vincendo sia l'andata all'Olimpico ( 2 a 1, reti di Pandev e Rocchi) che quella di Torino, di nuovo con il risultato di 2 a 1( Zarate e Kolarov). Infine, la finale contro la Sampdoria è storia recente. Quell'ultimo rigore di Campagnaro neutralizzato da Muslera e quella coppa alzata sul cielo di Roma. Magnifici.
Voto 10.

Delio Rossi Al 90 % andrà via. Il suo ciclo alla Lazio è in dirittura d'arrivo. La sua stagione andrebbe giudicata su due piani diversi, quello del campionato e quello della Coppa Italia. Ha vinto un trofeo, e in Italia non è facile, ma nello stesso tempo ha disputato l'ennesima annata da metà classifica. La sensazione è che da un certo punto della stagione in poi la squadra ha smesso di seguirlo, e lui non è riuscito a cacciare fuori dai suoi ragazzi quelle motivazioni viste nei derby e nelle partite di coppa. Peccato, perchè la squadra, qualitativamente era ben disposta per un piazzamento degno del suo nome.

Società
Claudio Lotito, un presidente contestato da tutti, me compresa. Aprire una parentesi su di lui vorrebbe dire scrivere lunghi post su tutta la sua storia all'interno del club romano, per questo mi limito ad un voto per la stagione conclusa e per gli acquisti fatti. Voto 7 per il colpo di fortuna nel comprare il giocatore giusto al momento giusto (Zarate) voto 3 per aver rinforzato solo un reparto: l'attacco.

Squadra
Voto 6 1/2 a tratti entusiasmante ma troppo spesso altalenante. Basta pensare all'inizio straordinario e alle prime giornate da capolista per capire l'aggettivo entusiasmante. Altalenante questa è la parole giusta per descrivere l'andamento del campionato ormai concluso. Una squadra capace di vincere una Coppa battendo Juventus e Milan ma disattenta e poco grintosa durante le partite di serie A. Non dimentichiamo la nota positiva regalataci nel derby. Per quanto riguarda i giocatori: bene lo svizzero Lichtsteiner e grande sorpresa nel finale del portierino Fernando Muslera, chissà che nel prossimo anno non diventi la nuova promessa a livello mondiale, per entrambi voto 6. Dedico un pensiero anche a Diakitè, non è stato sempre titolare ma potrebbe diventare la punta di diamante della difesa laziale, voto 7. Kolarov e De Silvestri voto 6, Siviglia 5 e Cribari 5 . A centrocampo bene Ousmane Dabo 6 1/2 e Brocchi il sempreverde del centrocampo merita un 6 1/2. Per il regista Ledesma, solo un 6- poco incisivo e diversamente da altre annate, poco preciso. Meghni, Mauri e Matuzalem voto 4, per quanto mi riguarda potrebbe lasciare la Lazio anche domani...inesistenti. Pasquale Foggia voto 7 valido aiuto delle punte, in grado di trascinare la squadra nei momenti di difficoltà (vedi Catania). Rocchi e Pandev voto 6 1/2, purtroppo mai costanti durante il campionato, tra contestazioni per un posto da titolare e problemi di stipendio hanno perso di vista il vero obiettivo: giocare al pallone. Infine, non a caso, il fenomeno dell'anno biancoceleste, apprezzato e amato subito da tutti i tifosi, dalla curva Nord, dai giornalisti che gli hanno dedicato intere pagine di giornali, dagli allenatori rinomati e dai club esteri, è lui il vincente del campionato 2008/09 della società romana, è Mauro Matias Zarate voto 8+, in un solo aggettivo: strabiliante! Finito il campionato...inizia il toto-allenatore e le battaglie di mercato, tra falsi acquisti e vere cessioni, Mondo Biancoceleste sarà qui ,con voi, per commentarle.

4 commenti:

Francesco ha detto...

condivido in pieno tutto...analisi perfetta..speriamo che nel post di fine anno della prossima stagione ci sia anche un Europa Leauge da protagonisti...ciao

marco99 ha detto...

Credo che la vostra stagione sia stata positiva soprattutto per aver vinto la coppa Italia ed aver trovato dei buoni giocatori e un campione come Zarate.
Certo con un pizzico di cattiveria in più il quarto posto era tranquillamente alla vostra portata, in uno scontro diretto i viola non vi sono per niente superiori.
Con qualche altra pedina in difesa e a centrocampo potrà venir fuori un ottima squadra.
ciaoo :)

Anonimo ha detto...

Ho letto 167 visite..complimenti.

un tuo fan

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Io invece, come altre volte in passato, non sono d'accordo con le tue critiche su Lotito, non sarà il migliore dei presidenti ma se fossi un laziale gli farei una statua per quel che sta facendo, ricordiamoci che ha raccolto una Lazio in disastrose condizioni finanziarie...
P.S: quest'estate non chiudi il blog per 2 mesi per ferie?:-))
Ciao!