17 mag 2009

La Lazio regala una speranza al Palermo.

Due a zero e tante proteste, questo è il risultato di Palermo-Lazio. Biancocelesti completamente rivoluzionati: giusto per far capire il clima di festa, in panchina siedono Pandev e Zarate, giocano Rocchi e il giovane Mendicino; in difesa a destra De Silvestri, a sinistra Kolarov, in mezzo Diakitè e Radu, Rozehnal sale a centrocampo al fianco di Dabo. Una classica partita di fine campionato, fiacca e con poche azioni. Miccoli show e i siciliani ottengono una vittoria importante che li porta sempre più vicini alla zona Uefa. La Lazio, ancora in clima festoso, con pochi sforzi può solo recriminare un gol regolare non assegnato. Le reti sono state segnate una per tempo, al 5° minuto Miccoli ha siglato il vantaggio grazie ad un calcio di rigore per fallo di Kolarov sullo stesso attaccante pugliese, il raddoppio è giunto al 41° della ripresa con Migliaccio, abile ad insaccare di testa su cross di Cassani. Da segnalare al 71° la mancata assegnazione con palla bloccata da Amelia a cavallo della linea della porta su tiro di Maurito Zarate. Resta un pò di amaro in bocca pensando alla classifica di campionato e osservando la scia negativa biancoceleste, nessun punto nelle ultime partite...peccato! Adesso arriva la Reggina quindi sarà difficile giocare bene, pensando che una nostra vittoria condannerebbe loro al campionato inferiore. A questo punto, io dico: pensiamo alla Supercoppa e alla coppa Uefa, pensiamo a rinforzare difesa e centrocampo e poi ai rinnovi importanti come quelli di Pandev e Ledesma.

2 commenti:

marco99 ha detto...

penso che dopo aver vinto una coppa un minimo di calo di tensione sia normale.
La cosa bella è che voi avete vinto la coppa italia mentre la rometta (seconda squadra di roma) è li ancora a stringersi il cappio al collo parlando di spalletti e incensando er pupotto...eheh
ciaoo

francescomisc ha detto...

...seru tituli??? Inter e Lazio no!!!!!

un abbraccio
"Quelli che l'Inter...Campione d'Italia"