27 apr 2009

Coppa Uefa? No, grazie.

Eh! si, la Uefa proprio non la vogliamo. Questa è l'impressione che ieri ha mostrato la squadra romana. Una sconfitta strana, sì, strana. Dopo le eccezionali vittorie in campionato e in coppa, ci fermiamo in casa contro l'Atalanta che senza alcuno obiettivo particolare, ci ha beffato con un gol dell'ex Talamonti. La Lazio ci ha abituato a queste stranezze, nel momento decisivo per la coppa Uefa, i ragazzi preferiscono rinunciare, come se inseguire due obiettivi (coppa Italia e Uefa) fosse per loro impossibile. Esce infatti tra i fischi, a mio avviso ingenerosi, dello stadio Olimpico. Al 24' gli uomini di Delneri passano in vantaggio con l'ex Talamonti, che raccoglie un preciso cross dalla destra di Cigarini e di testa batte Muslera. Ancora gli ospiti con Doni (Muslera mette in angolo) poi la Lazio decide che è ora di uscire dal guscio: Consigli in uscita anticipa Zarate lanciato da Brocchi poi l'argentino sfoggia una giocata delle sue e manda fuori di un soffio. E prima della fine della frazione Bellini salva provvidenzialmente su Rocchi. E Doni chiude anticipatamente la gara per l'ennesimo problema fisico.A inizio ripresa l'Atalanta ci prova con Floccari (stop di petto e girata, Muslera blocca) poi si chiude dietro e la Lazio fatica a trovare spazio. Al 50' Rocchi va via in velocità sul filo del fuorigioco ma Manfredini non lo molla e l'attaccante spedisce fuori. Il capitano biancoceleste è il più pericoloso dei suoi e costringe Consigli a due parate comunque non difficili. Fiammata Atalanta con Defendi che offre un bel pallone a Padoin, tiro svirgolato. All'83' bel traversone dalla destra di De Silvestri ma nessuno dei suoi è lì ad approfittarne. Lazio viva nel finale: Consigli respinge coi piedi una botta di Radu, poi la difesa libera su Rocchi. E proprio Rocchi al 90' ha la palla dell'1-1 ma spreca. Intanto in casa Lazio, si inizia a consumare il dramma del giocatore argentino, Zarate sì, Zarate no? Lotito dovrà fare di tutto per tenere Maurito in maglia biancoceleste perchè se così non fosse perderebbe punti importanti, con i tifosi che lo contesterebbero più del solito e soprattutto nel prossimo campionato, dove tutti ci aspettiamo qualcosa di più.

5 commenti:

marco99 ha detto...

Eh si speriamo che il prossimo anno sia migliore.
Certo quando in un campionato i fischietti "sbagliano" sempre da una parte ben precisa diventa difficile per tutti.
Anche il milan in queste ultime 5 partite capirà cosa significhino gli "errorini" pro-inter.
Ieri a DelPiero hanno sdraticato un ginocchio e il buon saccani non ha visto, ovviamente, nulla in piena area di rigore.
Considerando che "altri" prendono i rigori pure per palesi simulazioni il quandro è compelto.
Detto questo noi siamo quasi da ricostruire partendo da dirigenza e allenatore.
Poi si vedrà.
ciao..

Antonio ha detto...

Davvero una partita stramba, che non avrei mai pensato potesse essere persa dalla Lazio. Dopo aver bastonato Roma e Genoa, i biancocelesti avevano la possibilità di completare il lavoro vincendo contro una squadra che ormai non ha più nulla da chiedere a questo campionato. Ma a quanto pare, non è solo l'Inter ad avere il DNA autolesionista ;)

Francesco ha detto...

In csmpionato ormai hanno rinunciato a giocare..si pensa alla finale di Roma dove la squadra può vincere. Questo gruppo e voi tifosi vi meritate un trofeo importante dopo molti anni dall'ultimo.

trs92 ha detto...

Mi spiace,l'Atalanta cmnq è una buona squadra. Vedrai k vi riofarete la prossima. ;)

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

La solita Lazio da montagne russe, probabilmente c'è stato un calo mentale dopo questo periodo per voi molto positivo, ci può stare...ciao!