18 mar 2009

Il caso Edmilson Cribari.

Il caso Cribari divide la Lazio. Nello spogliatoio di Formello numerosi compagni di squadra hanno espresso solidarietà al brasiliano che, domenica pomeriggio dopo la partita, si era reso protagonista di un clamoroso sfogo con la stampa. Il problema Cribari verrà, però, focalizzato questa mattina quando il difensore si troverà faccia a faccia con il tecnico per analizzare l’episodio.Intanto, la società, ha confermato di voler multare il calciatore per aver rilasciato interviste non autorizzate. Per il momento è stato anche sospeso il rinnovo del contratto, previsto fino al 2014. Ad ogni modo, l’intenzione delle parti è quella di far rientrare il caso.Cribari, ritrovata un po’ di serenità e incassata la solidarietà dei compagni, è pronto a fare un passo indietro e lo stesso Rossi è disponibile a spiegare le ragioni della sostituzione inattesa per chiudere la vicenda senza ulteriori ripercussioni. Il difensore, nella passata stagione, in un momento di emergenza e di cruciale importanza per la Lazio, accettò di giocare con la mascherina protettiva in viso, rischiando di persona. Una dimostrazione di serietà professionale e di attaccamento alla maglia biancoceleste che peserà nel giudizio complessivo della sua situazione. Ma tutto sarà più chiaro e definito dopo l’atteso incontro di stamattina a Formello, tra l’allenatore e il brasiliano.La ripresa della preparazione, dopo il tonfo casalingo con il Chievo, è stata caratterizzata dall’atteso confronto tecnico-squadra. Un faccia a faccia serrato, durato circa mezzora, nel quale non ha parlato, come di solito avviene, soltanto l’allenatore. Delio Rossi ha lamentato la propria insoddisfazione, per la prova indecente della Lazio, evidenziando gli errori commessi, ma anche i calciatori hanno espresso il loro pensiero sulle cose che non hanno funzionato e che, di conseguenza, andrebbero riviste e migliorate. Tra gli altri hanno preso la parola anche Ledesma, capitano contro il Chievo, e Rocchi, capitano eletto dallo spogliatoio. Una situazione nuova da interpretare in maniera positiva perché potrebbe contribuire a risolvere qualche problema in vista delle prossime partite. In questi casi, infatti, è sempre meglio guardarsi negli occhi ed esprimersi con chiarezza, senza mezzi termini, per conoscere il pensiero di tutti.Dal confronto dovrebbe essere uscito un gruppo rinforzato, cementato, pronto a risollevarsi nella trasferta di Catania dove la Lazio ricomincerà la corsa verso l’Europa. In vista della prossima trasferta siciliana, Delio Rossi, a parte lo squalificato Kolarov, è intenzionato a effettuare almeno un paio di cambiamenti nella formazione. Ma, intanto, questa mattina a Formello, cercherà di archiviare la delicata vicenda Cribari, che ha turbato lo spogliatoio della Lazio.

fonte il messaggero

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Non ho ben capito il motivo dello sfogo di Cribari, a mio parere è un buonissimo difensore e a meno che la frattura con l'ambiente laziale non sia insanabile ci penserei bene prima di privarmene...ciao!

Francesco ha detto...

io invece quello che non ho capito è perchè un allenatore debba esporre a tale inutile ludibrio un suo giocatore, Diakitè col Cagliari e ieri Cribari. Non è il modo migliore per valorizzare i propri giocatori