16 nov 2008

tridente no goal!

La Roma fa suo il 129° derby della Capitale grazie al colpo di testa vincente di Julio Baptista, al quinto minuto della ripresa. Perdiamo il derby di Roma. Lo perdiamo per la troppa tensione e per la poca incisività di due come Rocchi e Pandev. La Roma vince giocando male, ma porta a casa gloria e 3 punti importanti. I biancocelesti partono bene con controllo di palla e partenze veloci ma i giallorossi contengono e rallentano il gioco. Peccato! mi viene da dire così perchè non è una Roma brillante ma una Lazio sciupona. Delio Rossi voto 5 sbaglia ad inserire un tridente con ahimè! Tommaso Rocchi, ancora non in perfetta forma e lascia in panchina fino alla fine, Pasquale Foggia che fin'ora aveva meritato tutta la fiducia possibile. Perdiamo con tanto amaro in bocca perchè siamo più forti e più in forma della seconda squadra di Roma, ma non siamo stati in grado di dimostrarlo. Sognavamo in grande ma abbiamo commesso molti errori. Al 15° Mauri cerca la velocità di Rocchi, che costringe Juan a rifugiarsi in calcio d'angolo. Al 18° un'accelerazione di Zarate sulla sinistra accende una mischia in area giallorossa che Perrotta sbroglia spazzando senza preoccuparsi troppo. Mauro Zarate è il migliore in campo dall'inizio alla fine, si sbatte in attacco e in difesa pur di recuperare palloni e far ripartire la squadra. 27° azione personale del centravanti argentino: destro dalla distanza con la palla che si spegne fra le braccia di Doni. Nella ripresa è subito Roma pericolosa ed al 50° traversone di Totti dalla sinistra, Julio Baptista svetta sul primo palo e porta in vantaggio i suoi con uno splendido colpo di testa su cui Carrizo non può nulla. I biancocelesti non trovano la forza di reagire. Delio Rossi sbaglia ancora, quando decide di sostituire Mauri (buona prestazione) per il francese Meghni (pessimo). Un irriconoscibile Pandev si divora letteralmente il pareggio, quando davanti alla porta, si fa bloccare da Doni un tiro di potenza. La Roma è ormai chiusa in difesa e la Lazio non concretizza due o tre occasioni in area avversaria. Al 66° Ledesma viene espulso per un fallo su Baptista. Aspettando Foggia, e quindi la formazione che tanto ha stupito negli ultimi mesi, ci prova la Roma a raddoppiare per chiudere i conti ma i giallorossi sono in evidente affanno. Delio Rossi inserisce Dabo per Brocchi, mentre Perrotta lascia il campo con un doppio giallo, per una brutta entrata su Rozehnal. Mister Rossi brucia la sua ultima possibilità di pareggiare quando per un Tommaso Rocchi inguardabile, per tutta la partita, fa entrare Simone Inzaghi. La Lazio, perde una grossa opportunità di rimanere in alto, ma soprattutto perde un derby che con pochi sforzi, avrebbe potuto fare suo...peccato! Adesso c'è il Genoa, con la speranza di ritornare al modulo che ha portato fino ad ora ,vittorie importanti. Peccato!!!

6 commenti:

yashal ha detto...

(Mi commento sola)Ma qualcuno mi sa dire com'è possibile schierare Simone Inzaghi e Dabo senza pensare a tornare al 4.4.2 con Foggia e Mauri trequartista????
Mannaja a Delio Rossi.

marco99 ha detto...

stavolta la partita l'ho vista e posso dire che meritavate ampiamente la vittoria.
Nel primo tempo 11 contro 11 avete giocato molto bene, nel secondo ridotti in 10 avete fatto anche meglio.
la roma vi è nettamente inferiore sia come qualità di gioco sia come singoli.
Peccato davvero.
sai quando ho visto che in 10 continuavate a rimanere con il tridente mi sono esaltato perchè è quello che vorrei pure io.
le partite bisogna provare a vincerle, con la regola dei tre punti i pareggi servono davvero a poco.
Peccato davvero.
Forse come dici tu rocchi è stato tra i peggiori e Zarate di gran lunga l'uomo partita!
Purtroppo capita che nei derby la squadra più forte perda, tante, troppo volte è capitato a noi con il modestissimo torimo.
Prendilo come un errore di gioventu da cui attingere esperienza per il futuro!
ciao..

Francesco ha detto...

Con un altro allenatore la Lazio lotterebbe per lo scudetto...Che senso ha mettere tre punte là in avanti se nn c'è nessuno che gli offre i palloni da finalizzare. Zarate è stato il solo a cercare di prendere la squadra per mano, Pandev con questo modulo resta quasi sempre fuori dal gioco, così come Rocchi. Troppo più forte la Lazio per perdere contro questa Roma, bastava mettere un 4 4 2 con Foggia sulla fascia e Pandev e Zarate in avanti e la partita nn avrebbe avuto storia. IO spero che Delio Rossi si renda conto dei suoi errori, del fatto che nn si può far giocare più uno come S.Inzaghi e lasciare Foggia in panchina...la Lazio ha individualità fortissime, una squadra fortissima, pensate con un tecnico come Gasperini cosa potrebbe fare...Spero che questa beffa nn ve la portiate addosso nelle altre partita, perchè il campionato è ancora lungo e cmq sia c'è ancora il derby di ritorno dove vendicarvi della Roma..

francescomisc ha detto...

Titolo azzecatissimo cara Yashal che riassume in sintesi la partita di ieri. Il derby, lo sai benissimo, è una partita particolarissima che spesso non premia la squadra più in forma. Non abbattetevi cari amici Laziali, la strada che percorrete è quella giusta!
alla prossima

www.interclubacquaviva@libero.it

Juan y Fer ha detto...

Hello,
By the way, of course it is better than Foggia e Mauri are in the field, but it is also true that the team with in the last 20 minutes with only 10 men was the only owner of the game...so, I think that we can not critize Delio Rossi.
Saluti,
http://saqueneutral.blogspot.com/
(a blog about sport in English and Español)

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Mi pare di aver capito che sia stata una partita equilibrata, decisa da un episodio, e che il pareggio avrebbe senz'altro rispecchiato meglio quel che si è visto domenica sera all' Olimpico...mi sembrano ingenerose le critiche a Delio Rossi...ciao!