08 ott 2008

Silenzio, parla il presidente.

Claudio Lotito, non frena la lingua è dice quello che pensa sulla ss Lazio 2008/09: "Quest'anno ce la giochiamo con tutti". Claudio Lotito sa che i risultati ottenuti dai biancocelesti non sono frutto del caso, ma invita anche alla massima umiltà: "Abbiamo costruito una squadra con la consapevolezza di non essere da meno degli altri. Ma dobbiamo mantenere la compattezza, la determinazione e l'umiltà dimostrate finora. Poi faremo il consuntivo. Questo è un campionato difficile. Tutte le squadre si sono rinforzate e spesso i risultati sono decisi da fattori imponderabili". Il nostro presidente, prima odiato e poi osannato (come si usa fare nel calcio italiano) è riuscito nell'impresa del calcio mercato estivo: Non si sapeva chi fosse Mauro Matias Zarate se non il fratello dell'ex attaccante dell'Ancona, ora non è solo un nome ma una certezza del nostro calcio, della nostra Lazio. David Rozehnal era per tutti il difensore della nazionale Ceca, fino al suo esordio magnifico in maglia biancoceleste, ora è uno dei punti di riferimento della nostra difesa. Un certo Lichtsteiner, svizzero ma senza ne arte ne parte nel campionato francese (Lille) ora è il terzino che non fa rimpiangere assolutamente il "vecchio" Valon Behrami. Matuzalem, ottima riserva di Ledesma. Pasquale Foggia, prima ceduto in prestito poi ripreso, poi spedito a Cagliari e poi risorsa e migliore acquisto del club capitolino (dopo Pandev). Juan Pablo Carrizo che dopo ben 6 giornate ha dimostrato forte personalità e buona tecnica tra i pali. Tutto questo per dire: Fino allo scorso anno, anche io ero una di quelle che cantava: "Lotito vattene a casa" oggi spero di aver reso con questo post un piccolo omaggio al nostro presidente e al team che ha permesso di mettere in piedi una signora squadra. Grazie per il sogno che stiamo vivendo.

4 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Se ti ricordi cara yashal avevamo avuto una "discussione" tempo fa su questo argomento, proprio perchè dall'esterno trovo assurdo contestare un presidente come Lotito che vi ha portato a traguardi di assoluta eccellenza senza far spese folli...e poi un Presidente che è riuscito a far spalmare i debiti della passata gestione in 23 anni con una legge fatta apposta per lui merita un monumento a prescindere :-))...ciao!

Francesco ha detto...

Cara yashal hai proprio ragione, la campagna acquisti della Lazio è stata un capolavoro. Sarà stato il fatto che la società ha fatto fuori l'ex direttore sportivo Sabatini ( il quale, l'anno scorso non riuscì nemmeno a comprare un giocatore competitivo per la champions)comunque sia avete proprio una bella squadra, come non si vedeva da tempo. ( infatti su spoorter.blogspot.com ho dedicato un post a questa bellissima realtà). Su Lotito che dire, i fatti gli hanno sempre dato ragione, in fondo è stato lui a far risalire la Lazio dopo il crack di Cragnotti e a portarla prima in Champions e ora lassù in campionato. Perciò gli vanno fatti i complimenti, che dietro quella sua maschera da intellettuale e moralista, che a volte ci fa anche sorridere, non si nascondi una persona che capisce tutto di calcio? Sembrerebbe di si.

marco99 ha detto...

eh si non la sapevi?
quest'anno siamo il titanic, peccato però che non sono DiCaprio.
cmq avete una signora squadra, complimenti!
ciao..

Matrix ha detto...

Ora però non lo beatifichiamo...come sempre serve equilibrio sia in un senso che nell'altro...