4 set 2008

Enrico Montesano: lazialità significa..

Lazialità significa andarsi a cercare pazientemente, da pagina 22 a pagina 23 del Corriere dello Sport, il trafiletto che riguarda la Lazio. Lazialità significa avere pazienza nel leggere, da pagina 19 a pagina 21, le scarne notizie sulla nostra campagna acquisti e cessioni.
Lazialità significa avere una sconfinata pazienza e fiducia nel futuro.
Lazialità vuol dire tenere duro, non mollare e non vacillare davanti allo strapotere mediatico ed economico degli altri clubs. Lazialità significa avere una fede incrollabile. La nostra campagna acquisti: come ci rafforzeremo? Stanti i parametri vigenti, diviene operazione quantomai alchemica ed acrobatica individuare professionisti di talento da inserire nella nostra rosa.
Tante sono le difficoltà: nell'acquistare, nel cedere; difficoltà che richiedono al TIFOSO LAZIALE
i requisiti precedentemente annunciati. E' ovvio: una buona squadra non si fa nè con i proclami sui giornali, nè sparando una girandola infinita di nomi. Servirebbe sguinzagliare osservatori attenti e professionali alla ricerca di giocatori di talento che possano fare al caso nostro. A meno che non si superino i famosi parametri e si acquisti il campione bello e pronto. Ma a noi i parametri ci consentono di acquistare Ronaldinho? Forse i nostri parametri non ci consentono nemmeno di prendere un Arshavin o qualsiasi altro talento russo, spagnolo o turco. Tutta gente di classe, che va a giocare in squadre che non hanno parametri , o se ce l'hanno sono parametri molto più altri dei nostri. Come la famosa canzone: " Lo sai che i parametri son alti, alti, alti er nostro è piccolino..che cosa ci vuoi far?..Un giorno Lotito mi disse così..c'avemo li buffi non potemo de più..Se compro qualcuno er parametro poi me va su...!!!
E quindi lazialità significa anche affidarsi alla buona sorte. A parte gli scherzi e i giochi di parole, non è detto che le grandi squadre si facciano solo con i nomi. Io credo molto nel nostro vivaio e nei talenti che già fanno parte della nostra squadra.

lazialità affettuose

L'aquila romana
Enrico Montesano

8 commenti:

trs92 ha detto...

complimenti x la vittoria!sn ank cotenta k abbia segnato foggia,un gran giocatore...ciao!

Squadrafantacalcio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco ha detto...

Grande Enrico, una persona eccezionale che io stimo molto ( bravissimo in Febbre da cavallo insieme a Poretti). Tifoso doc, di quelli veri, come te yashal, che dietro ad un goal, ad una vittoria o ad una sconfitta vedono più di tutto questo, di un semplice gioco. E questo è bellissimo, anche se una sconfitta nel derby si trasforma in una catastrofe, questo è il vero spirito del tifoso...
Ciao

Manuel ha detto...

Montesano 1 giorno mi disse alla radio:"cosa si prova ad essere laziali??...è come stare sempre dalla parte degli indiani!" frase saggia, purtroppo o per fortuna vera!
ciao
Ben tornata
Saluti Romani
-Manuel-

marco99 ha detto...

Quasi quasi le parole di montesano potrebbero applicarsi alla juve targata cobolli ed elkan

Donalduck ha detto...

hai ragione su qll ke hai detto della nazionale, sn trp kariki. Ottimismo va bn, ma ci vuole anke prudenza. Ciao

Entius ha detto...

Pur non essendo laziale mi sono piaciute le parole di Montesano.
Aldilà dei colori e della fede non si può non apprezzare i tifosi doc come lui.

zebrabianconera10 ha detto...

Belle parole, dette con ironia (anche un pò amara, a volte) e amore per la propria squadra ;-)
Ciao!!!