28 mag 2016

I #Lazionali convocati


  Sono nove i giocatori della Lazio convocati dalle rispettive Nazionali tra competizioni ufficiali e amichevoli. Di seguito l’elenco dei giocatori e i dettagli dei match a cui prenderanno parte i biancocelesti:

ALBANIA – Etrit Berisha
Amichevole
Albania-Qatar, domenica 29/05 ore 17:30, Stadion Hartberg, Austria
Ucraina-Albania, venerdì 03/06 ore 18:030, Stadio Atleti Azzurri d’Italia, Bergamo

ARGENTINA – Lucas Biglia
Amichevole
Argentina- Honduras, venerdì 27/05 ore 20:00 (ora locale), Stadio del Bicentenario di San Juan, Argentina

ITALIA – Marco Parolo, Antonio Candreva, Federico Marchetti
Amichevole
Italia-Scozia, domenica 29/05 ore 20:45, Stadio di Ta’ Qali, Malta
Italia-Finlandia, lunedì 06/06 ore 20:45, Stadio Bentegodi di Verona

ITALIA U21 – Danilo Cataldi
Amichevole
Italia U21- Francia U21, giovedì 02/06 ore 21:00, Stadio ‘Pier Luigi Penzo’, Venezia.

NIGERIA – Eddy Onazi
Amichevole
Nigeria-Mali, venerdì 27/05 ore 19:00, Stade Robert Diochon, Francia
Lussemburgo-Nigeria, martedì 31/05 ore 19:00, Stadio Josy Barthel, Lussemburgo

SENEGAL – Balde Diao Keita
Amichevole
Ruanda-Senegal, sabato 28/05 ore 15:00, Amahoro Stadium, Ruanda
Qualificazione Coppa d’Africa 2017
Burundi-Senegal, venerdì 03/06 ore 00:00, Prince Louis Rwagasore Stadium, Burundi

SERBIA – Sergej Milinkovic-Savic
Amichevole
Serbia-Cipro, mercoledì 25/05 ore 17:00, Užice City Stadium, Serbia
Serbia-Israele, martedì 31/05 ore 20:15, Stadion Karadjordje, Serbia
Russia-Serbia, domenica 05/06 ore 12:00, Stade Louis II, Principato di Monaco

14 mag 2016

#KloseDay tutto pronto all'Olimpico, si celebra una leggenda: Lazio vs Fiorentina probabili formazioni e statistiche.

Lazio-Fiorentina, probabili formazioni 15 maggio 2016


La Lazio affronta la Fiorentina, nell'ultima partita della stagione quella della 38^ giornata di Serie A. Di fatto, domani per il popolo laziale sarà l'ultima partita di Klose con la maglia biancoceleste, poco importa chi altro sarà in campo, poco importa il risultato, poco importa l'avversario da affrontare. Sarà il #KloseDay. Un giorno di festa, stadio pieno. Un giorno di profonda tristezza, aspettiamoci lacrime e malinconia perchè un grande campione lascia l'Italia, Roma, la Lazio. Una Lazio che ha fatto volare altro. 
Contro la Fiorentina non solo Klose potrebbe diventare lo straniero con più reti nella storia della Lazio agganciando Pandev, ma sopratutto potrà vivere l'addio che i tifosi dei biancocelesti e la società gli tributerà dopo il quinquennio passato nella capitale.
Pronta una targa celebrativa, la grande festa dell'Olimpico e una maglia speciale per salutare l'attaccante tedesco: nella casacca biancocelete, infatti, sarà impressa la scritta 'Klose Day' sotto il logo dell'Aquila e un chiaro 'Danke Miro 2011-2016' sotto lo sponsor tecnico.

I NUMERI DI KLOSE

I numeri con la maglia della Lazio, in 5 stagioni, sono incredibili: 138 presenze in Serie A e 54 reti, 11 gettoni in Coppa Italia e 3 reti, 19 presenze in Europa e 6 centri e 2 finali di Supercoppa Italiana, per un totale di 170 presenze e 63 reti complessive.

Klose si è sempre contraddistinto per essere un serio professionista ed un cecchino incredibile soprattutto in Bundesliga dove ha passato la maggior parte della sua splendida carriera: 5 stagioni al Kaiserslautern, condite 52 gol in 147 partite, 3 anni al Werder Brema con 63 reti in 132 partite, 4 anni al Bayern Monaco con 53 gol al suo attivo in 150 gettoni, più, come detto, le cinque stagioni alla Lazio, per un totale di 599 partite ufficiali impreziosite da 231 reti. Il club capitolino, su Twitter con l’hastag #KloseDay, ha chiamato a raccolta i tifosi biancocelesti: “Ci vediamo domenica all’Olimpico per salutare Miro”.
Il centravanti tedesco si è laureato campione del Mondo, con la Germania, nel 2014 ed ha detto addio ad agosto dello stesso anno dopo aver segnato la bellezza di 71 reti in 138 presenze. Klose non è più quello di qualche stagione fa, ma non ha alcuna intenzione di smettere di giocare. L’ex Bayern ha dato tanto alla Lazio e al calcio italiano e ora ha due possibilità: cedere alle lusinghe della MLS, oppure, cosa non difficile per uno come lui, trovare una squadra in Bundesliga che decida di fargli sottoscrivere ancora un anno di contratto. Klose fa parte di quei calciatori, come Totti, Toni e tanti altri appartenenti al club degli immortali e sarà lui e non il tempo a decidere quando sarà l’ora di appendere gli scarpini al chiodo.


Statistiche

66 i precedenti all’Olimpico di Roma tra Lazio e la Fiorentina di questo periodo in archivio, con un bilancio non molto equilibrato: 32 vittorie per i laziali, 13 centri per i viola e 21 pareggi. Il penultimo precedente risale alla giornata numero 7 della stagione 2013/2014 con il tabellone finale che rimase inchiodato sullo 0-0, mentre nell’ultimo precedente i biancocelesti hanno travolto i toscani per 4-0: in rete Biglia, Candreva e Klose (doppietta).

Sono 172 le reti realizzate da Lazio e Fiorentina nei 66 scontri diretti disputati all’Olimpico di Roma. 113 portano la firma di calciatori biancocelesti, mentre i rimanenti 59 gol hanno permesso ai tifosi toscani di esultare. La Lazio ha il sesto attacco del campionato (50 gol, 1,35 a partita) mentre la Fiorentina ha fatto leggermente meglio (56 reti, 1,51 per incontro); con 25 assist vincenti i biancocelesti si trovano anche al quarto posto della classifica assistenze, mentre la Fiorentina è settima con 23.
Il capocannoniere della Lazio sino a questo momento della stagione è Antonio Candreva, autore di 10 reti in campionato, mentre l’attaccante più prolifico tra le fila viola è Josip Ilicic, a quota 13 gol.

La Lazio ha terminato il proprio campionato, visto che non può raggiungere il Sassuolo al sesto posto, mentre la Fiorentina deve blindare il quinto posto in campionato.

Pre-tattica

Qui Lazio - Modulo 4-3-3 
Inzaghi deve fare a meno degli squalificati Biglia e Djordjevic, ma ritrova Gentiletti e Keita, entrambi titolari. A centrocampo Cataldi in vantaggio su Onazi, Basta e Konko saranno i terzini, davanti gioca Klose, alla sua ultima partita in biancoceleste.  

Qui Fiorentina - Modulo 3-4-2-1 
Paulo Sousa ritrova Tomovic, squalificato col Palermo, e lo manda il campo al posto di Roncaglia. Vecino, rientrato domenica, dovrebbe partire titolare al posto di Borja Valero a centrocampo, mentre Bernardeschi potrebbe affiancare Ilicic o Mati Fernandez sulla trequarti. Tello gioca a destra, Kalinic unica punta.

Probabili formazioni 

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, Bisevac, Mauricio, Konko; Parolo, Cataldi, Lulic; Candreva, Klose, Felipe Anderson. 
A disp.: Guerrieri, Gentiletti, Patric, Braafheid, Onazi, Milinkovic-Savic, Morrison, Mauri, Keita. All.: S. Inzaghi 
Squalificati: Biglia (1), Djordjevic (1) 
Indisponibili: De Vrij, Radu, Kishna, Matri, Berisha, Hoedt
 

Fiorentina (3-4-2-1): Lezzerini; Roncaglia, G. Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Badelj, Vecino, Alonso; Zarate, Ilicic; Kalinic 
A disp.: Tatarusanu, Satalino, Tomovic, T. Costa, Blaszczykowski, Tello, Kone, Vecino, Mati Fernandez. All.: P. Sousa 
Squalificati: Borja Valero (1), Pasqual (1) 
Indisponibili: Babacar, Benalouane



Potrebbe interessarti: http://www.firenzetoday.it/sport/lazio-fiorentina-probabili-formazioni-15-maggio-2016.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/FirenzeToday

07 mag 2016

Il Carpi aspetta Lotito. Carpi vs Lazio probabili formazioni e statistiche.


Mentre il popolo biancoceleste si prepara al Klose day, nel prossimo match casalingo, Lotito affronta i suoi demoni: il Carpi e i suoi tifosi lo attendono al Braglia per dismostrargli tutto il loro astio. Intanto, la stagione giunge ormai al termine e i nodi da sciogliere sono tanti per la società biancoceleste, dalle cessioni ai nuovi acquisti, dal rinnovo di Inzaghi al sostituto dello stesso, fino al solito sogno del popolo laziale: vedere finalmente una nuova leadership per l'amata Lazio. Di certo, questa estate, non saremo disposti a guardare inermi i soliti teatrini: fax in ritardo, nomi improbabili e cessioni milionarie alle quali non ci saranno cambi adeguati. Amiamo troppo questa Lazio per vederla morire così lentamente sotto i colpi di un avido impreditore di pulizie.

Statistiche

La partita d’andata, terminata 0-0, rappresenta l’unico precedente tra queste due squadre in Serie A.
Il Carpi è la squadra che ha pareggiato più partite per 0-0 (sette) in questa Serie A.
Gli emiliani hanno segnato un solo gol nelle ultime tre giornate, riuscendo comunque a conquistare quattro punti.
La Lazio non pareggia da sei turni: tre vittorie (tutte senza subire gol) e altrettante sconfitte nel parziale.
Nelle cinque partite con Simone Inzaghi in panchina la Lazio ha tirato in media 15 volte a partita, centrando lo specchio cinque in media; nelle 31 con Pioli i tiri in media erano 13.2 e nello specchio 3.6.
Cinque degli otto gol segnati dalla Lazio con Inzaghi in panchina sono arrivati nel primo quarto d’ora di gioco: i biancocelesti con Pioli avevano segnato solo due reti in 31 partite in questo parziale.
Solo il Torino (nove) ha segnato più gol su rigore della Lazio (otto) nella Serie A in corso.
Il Carpi è la squadra che ha segnato meno gol su palla inattiva in questa Serie A: sei, nessuno degli ultimi cinque.
Matteo Mancosu ha segnato alla Lazio il suo primo gol in Serie A: era la prima giornata di questo campionato e l’attaccante vestiva la maglia del Bologna.
Miroslav Klose ha segnato cinque gol e servito tre assisst vincenti nelle ultime cinque presenze in Serie A.

Pre-Tattica
Carpi-Lazio, probabili formazioni 8 maggio 2016


Qui Carpi - Modulo 3-5-1-1 
Torna Lollo e si riprende il posto da trequartista alle spalle dell'unica punta Mbakogu. Castori giocherà con il 4-4-1-1: dubbio in difesa tra Poli e Zaccardo, a centrocampo Crimi è favorito su Cofie. Si rivedranno dal 1' anche gli esterni Pasciuti e Di Gaudio.

Qui Lazio - Modulo 4-3-3
Inzaghi perde Gentiletti e Keita, squalificati, ma ritrova Parolo e forse anche de Vrij, che però difficilmente andrà in campo anche se dovesse essere convocato. In difesa spazio a Hoedt, Lulic giocherà terzino al posto di Konko, Felipe Anderson completerà il tridente. A Formello lavoro con la squadra per Parolo, recuperato dalle noie fisiche che lo hanno tenuto fuori contro Samp e Inter. Il centrocampista candidato a riprendere posto dal 1' minuto, rischia allora Onazi. Verrà verificato Bisevac che non ha preso parte alla partitella finale, ma tuttavia dovrebbe farcela per sfidare il Carpi. Sulle fasce Basta e Konko, fuori causa per squalifica Gentiletti. Panchina per Milinkovic Savic, dolorante al ginocchio per una contusione.

Probabili formazioni
 

Carpi (3-5-1-1): Belec; Zaccardo, S. Romagnoli, Suagher; Letizia, Crimi, Bianco, Pasciuti, Di Gaudio; Lollo; Mbakogu. 
A disp.: Colombi, Daprelà, Gagliolo, Cofie, Porcari, Poli, Martinho, De Guzman, Verdi, Sabelli, Mancosu, Lasagna. All.: Castori 
Indisponibili: Brkic, Bubnjic, Gnahoré
Squalificati: -
 

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, Bisevac, Hoedt, Konko; Parolo, Biglia, Lulic; Candreva, Klose, Felipe Anderson. A disp.: Berisha, Guerrieri, Morrison, Mauricio, Patric, Braafheid, Milinkovic-Savic, Onazi, Cataldi, Mauri, Djordjevic. All.: S. Inzaghi 
Squalificati: Keita (1), Gentiletti (1) 
Indisponibili: De Vrij, Radu, Kishna, Matri



Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/sport/carpi-lazio-probabili-formazioni-8-maggio-2016.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809


30 apr 2016

Inzaghi e Mancini again. Lazio vs Inter probabili formazioni e statistiche.

Lazio-Inter, probabili formazioni 1 maggio 2016
 Lazio contro Inter, nel posticipo della 36^ giornata di Serie A. Inzaghi riabbraccia il suo ex compagno di squadra Roberto Mancini. Questa volta avversari, uno contro l'altro con obiettivi completamente differenti. Il mister biancoceleste cercherà di dimostrare di essere in grado di condurre i ragazzi anche la prossima stagione mentre Mancio, al contrario, è deciso a chiudere nei migliore dei modi questo campionato.

Statistiche
 
Sono 145 i precedenti in Serie A tra Lazio e Inter: nerazzurri avanti 59 vittorie a 34 – 52 i pareggi.
La Lazio ha vinto cinque degli ultimi otto confronti in campionato contro i nerazzurri (1N, 2P), e da 11 sfide consecutive trova la via del gol.
I biancocelesti hanno perso le ultime due giornate di campionato segnando un solo gol, dopo che avevano vinto le precedenti due con cinque reti in totale.
È dallo scorso novembre che la Lazio non infila tre sconfitte di fila nel massimo campionato.
La Lazio ha alternato una vittoria ad una sconfitta nelle ultime sette partite casalinghe in Serie A: successo per 2-0 contro l’Empoli nell’ultima gara all’Olimpico.
In trasferta, l’Inter ha vinto solo una delle ultime otto partite di campionato, perdendo quattro volte in questo parziale.
La Lazio ha sciupato solo due punti in casa da situazione di vantaggio in questo campionato (record condiviso con la Juve), inoltre l’Inter non ha mai vinto in trasferta rimontando da uno svantaggio.
Antonio Candreva ha esordito in Serie A contro l’Inter, con la maglia dell’Udinese, nel gennaio 2008 – ai nerazzurri ha rifilato quattro gol nel massimo campionato (inclusa la doppietta dell’andata), contro nessun’altra squadra ha fatto meglio finora.
Parallelamente, la Lazio è la vittima preferita di Adem Ljajic in Serie A: quattro i gol segnati dal serbo ai biancocelesti, incluso il suo primo nel massimo campionato nel settembre 2010 con la Fiorentina.
Mauro Icardi ha partecipato a cinque delle ultime sette reti in campionato dell’Inter: tre gol e due assist.

Pre-tattica

Qui Lazio - Modulo 4-3-3 
Sorride Inzaghi: Konko e Hoedt sono tornati ad allenarsi in gruppo e sono disponibili per il match dell’Olimpico. Rientrano anche Bisevac e Klose, sempre in dubbio Biglia che tuttavia sta migliorando. L'argentino può farcela per domenica sera, così come Mauri. Sicuramente out invece Parolo, Radu, Matri e Kishna oltre al lungodegente De Vrij. 

Qui Inter  - Modulo 4-3-3 
Tutti a disposizione per Mancini: Medel torna dalla squalifica e si riprende una maglia a centrocampo, dove toccherà a Melo accomodarsi in panchina. D'Ambrosio ritrova la fascia dal 1', con Nagatomo sulla corsia opposta; anche Perisic potrebbe riprendersi un posto da titolare, con Icardi e Jovetic. Brozovic favorito su Eder e Biabiany. Ljajic ha recuperato dall'affaticamento muscoalre ma andrà in panchina.

Probabili formazioni
 

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, Hoedt, Gentiletti, Konko; Milinkovic-Savic, Onazi, Lulic; Candreva, Klose, Keita. 
A disp.: Berisha, Guerrieri, Bisevac, Mauricio, Patric, Braafheid, Cataldi, Mauri, F. Anderson, Parolo, Biglia, Djordjevic. All.: S. Inzaghi 
Squalificati: -
Indisponibili: De Vrij, Radu, Kishna, Matri
 

Inter (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozovic, Medel, Kondogbia; Jovetic, Icardi, Perisic 
A disp.: Carrizo, Berni, Santon, J. Jesus, Telles, Gnoukouri, F. Melo, Biabiany, Manaj, Ljajic, Palacio, Eder. All.: Mancini 
Squalificati: -
Indisponibili: -


Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/sport/lazio-inter-probabili-formazioni-1-maggio-2016.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

23 apr 2016

Un colpo al cerchio e uno alla botte: Sampdoria vs Lazio probabili formazioni e statistiche.


Accontentare un pò tutti, dare ragione un pò qui e un pò lì. Ecco cosa vuol dire dare un colpo al cerchio e uno alla botte. 
Dare ragione a chi voleva Pioli fuori dalla Lazio, accontentare Lotito che voleva vedere qualche punticino e poi la Juventus che aveva bisogno di punti per sigillare il suo quinto scudetto. C'è chi ha ricominciato a parlare di russi all'orizzonte, chi di acquisti clamorosi e chi di ex bomber alla ricerca di un posto in prima squadra. 
Cosa succederà il prossimo anno non è dato saperlo, non ci resta che aspettare e sperare in un regalo del nostro gestore. Regalo, che può essere uno ed uno soltanto: lasciare libera la Lazio.
La Sampdoria per raggiungere la fatidica quota 40 punti, la Lazio per onorare un campionato giocato ben al di sotto delle proprie aspettative. 35° giornata di campionato, si gioca domani alle ore 15:00. A Marassi va in scena una partita interessante, con la Sampdoria quasi salva ma a caccia degli ultimi punti utili e una Lazio che invece è sempre più lontana dall’Europa dopo la sconfitta sul campo della Juventus per 3 reti a 0. 
La prima sconfitta di Inzaghi che lo ha riportato alla realtà più dura e cruda, quella di una Lazio debole che ha disputato un campionato pessimo. 


Statistiche

Precedenti - Sono 49 i precedenti totali tra Sampdoria e Lazio, con i padroni di casa in vantaggio nella contesa con 17 successi. Ma l’ultima vittoria della Sampdoria risale alla stagione 2010/2011, quando Cassano e firmarono il 2-0 per la propria squadra. Ben 17 i pareggi, l’ultimo dei quali si è registrato due stagioni fa (1-1, Soriano e Cana). Fermi a 15 i successi della Lazio, che durante ha vinto lo scontro diretto della scorsa stagione grazie a una rete nella ripresa di Gentiletti, il quale ha fissato il punteggio sul definitivo 0-1.
Statistiche - Sono 115 le reti realizzate da Sampdoria e Lazio nei 49 precedenti disputati allo Stadio Luigi Ferraris di Genova. 61 portano la firma di calciatori blucerchiati, mentre i rimanenti 54 gol hanno permesso ai tifosi capitolini di esultare. La formazione allenata da Vincenzo Montella ha il quinto miglior attacco del campionato 46 reti (1,35 a partita) mentre la Lazio è alle spalle della Samp con 44 reti (1,29 a incontro, al pari di Inter e Torino). A testimonianza di come i biancocelesti sfruttino spesso le corsie laterali per giungere a reti, infine, c’è la classifica cross: la Lazio conduce infatti in questo fondamentale con 291 traversoni giunti a destinazione.
Il miglior marcatore della Sampdoria sino a questo momento della stagione è Fabio Quagliarella, fermo a quota 8 reti, che condivide il primato della sua squadra con Roberto Soriano. Anche l’attaccante più prolifico della Lazio, Antonio Candreva, ha inoltre realizzato lo stesso numero di gol.


Pre-tattica
Qui Sampdoria - Modulo 3-4-2-1
Vincenzo Montella ha ancora qualche problema con gli infortuni, e in più deve rinunciare allo squalificato Ranocchia; in difesa dunque si vedrà quasi sicuramente Silvestre, favorito su Moisander per completare uno schieramento nel quale ancora una volta sarà titolare Diakité e Cassani stringerà al centro rispetto alla sua solita posizione di laterale.
A proposito di corsie: a centrocampo saranno ancora De Silvestri e Dodò a occuparsi di allargare il campo, in mezzo invece sembra che il tecnico blucerchiato voglia confermare Edgar Barreto, che era finito in panchina e quasi ai margini delle rotazioni e invece ora si è ripreso un posto che a inizio stagione era suo senza discussioni. 
Al fianco del paraguayano agirà Fernando, uno degli insostituibili di questa Sampdoria; ballottaggi sulla trequarti, dove Ricky Alvarez al momento è dato in svantaggio nei confronti di Soriano e Joaquin Correa, che sono invece i favoriti per agire alle spalle della punta. Che sarà Quagliarella: partito dalla panchina nella partita di mercoledì contro il Sassuolo, l’attaccante partenopeo prenderà ora il posto di Muriel che dà sempre la sensazione di essere più incisivo quando entra a partita in corso, potendo cambiarne il ritmo con la sua velocità.

Qui Lazio - Modulo 4-3-3
Archiviata la prima sconfitta da allenatore della prima squadra, Simone Inzaghi riparte da un’altra trasferta su un campo che è stato suo come giocatore; non avrà a disposizione lo squalificato Patric, ma se non altro ha ritrovato Basta che potrà tornare in campo da titolare, riprendendosi la fascia destra. Dall’altra parte agirà invece Lulic; in mezzo Inzaghi sembra convinto a non cambiare, confermando la coppia centrale formata da Hoedt e Gentiletti (dunque con Mauricio in panchina, Bisevac potrebbe farcela e tornare nell’elenco dei disponibili). Anche a centrocampo il tecnico segue le sue idee: rilanciato un Onazi che era sparito dai radar, lo rimette in campo nella mediana a tre completata da Parolo e Lucas Biglia; paga dunque Milinkovic-Savic, che invece nella gestione Pioli era quasi insostituibile ed era stato uno dei giocatori più brillanti. In attacco si dovrebbe rivedere Klose; Candreva sembra pronto a riprendersi la sua posizione di esterno destro, qualora non dovesse farcela il favorito per sostituirlo sarebbe Felipe Anderson. Dall’altra parte invece ancora fiducia a Keita Balde Diao; del resto l’infortunio di Stefano Mauri (che potrebbe tornare almeno per la panchina) toglie soluzioni alla Lazio.

Probabili formazioni 

Sampdoria (3-4-2-1): 2 Viviano; 23 Mo. Diakité, 26 Silvestre, 5 Cassani; 29 De Silvestri, 7 Fernando, 8 E. Barreto, 11 Dodò; 10 J. Correa, 21 Soriano; 27 Quagliarella
A disposizione: 57 Brignoli, 1 Puggioni, 13 P. Pereira, 37 Skriniar, 4 Moisander, 20 Krsticic, 17 Palombo, 18 Chrisdodoulopoulos, 25 R. Alvarez, 9 A. Rodriguez, 24 Muriel
Allenatore: Vincenzo Montella
Squalificati: Ranocchia
Indisponibili: Sala, Ivan, Carbonero, Cassano

Lazio (4-3-3): 22 Marchetti; 8 Basta, 2 Hoedt, 18 Gentiletti, 19 Lulic; 23 Onazi, 20 Lucas Biglia, 16 Parolo; 87 Candreva, 11 Klose, 14 Keita B.
A disposizione: 99 E. Berisha, 55 Guerrieri, 29 Konko, 13 Bisevac, 33 Mauricio, 32 Cataldi, 21 Milinkovic-Savic, 7 R. Morrison, 10 Felipe Anderson, 9 F. Djordjevic Allenatore: Simone Inzaghi
Squalificati: Patric
Indisponibili: De Vrij, Radu, Braafheid, S. Mauri, Kishna, Matri

19 apr 2016

Inzaghi contro Golia: Juventus vs Lazio probabili formazioni e statistiche.


Davide contro Golia ovvero Inzaghi contro la Juventus. 
In questo turno infrasettimanale allo Juventus Stadium, dove pochissimi sono usciti vincitori, la Lazio proverà a fermare la irrefrenabile corsa dei bianconeri. Probabili formazioni Juve-Lazio

Dopo la vittoria di domenica contro il Palermo, che ha portato i bianconeri a +9 sul Napoli sconfitto dall’Inter, la strada verso il quinto scudetto consecutivo è se non in discesa quanto meno in pianura. Tuttavia la Juve dovrà fare a meno per questa volata finale di Claudio Marchisio, che contro i siciliani ha rimediato la rottura dei legamenti crociati, è stato sottoposto ieri all’intervento chirurgico e tornerà a disposizione per la prossima stagione, saltando così anche gli Europei con la Nazionale.
La Lazio del neo allenatore Inzaghi arriva da ben due vittorie consecutive, risultato che non si registrava da tempo a Roma. Inzaghi junior vuole dimostrare alla società e al popolo biancoceleste di poter confermare la panchina anche il prossimo anno, battere la Juventus vorebbe dire guadagnare credibilità agli occhi di tutti.


Statistiche


La Lazio non batte la Juventus in Serie A dal dicembre 2003: 16 successi bianconeri e sei pareggi da allora.


I biancocelesti non segnano più di una rete in una sfida di Serie A con la Juventus dall’aprile 2008 e hanno mancato l’appuntamento con il gol in nove delle 14 gare più recenti.
La Juventus è la squadra che ha battuto più volte (75) e segnato più gol (256) alla Lazio in Serie A.
La Juventus ha ottenuto 67 punti sui 69 a disposizione nelle ultime 23 giornate, record di punti in Serie A in una serie di 23 gare.
I bianconeri hanno vinto tutte le ultime 13 gare casalinghe di campionato, tenendo la porta inviolata in ciascuna delle ultime otto.
La Lazio ha vinto entrambe le partite dall’arrivo di Simone Inzaghi in panchina: cinque gol fatti, nessuno subito.
Le quattro sconfitte della Juventus in questa Serie A sono tutte arrivate in partite senza Claudio Marchisio in campo.
La Juve ha vinto 25 delle 26 gare in cui si è portata in vantaggio in questa Serie A, pareggiando l’altra: appena due i punti persi, un primato per la Vecchia Signora nella stagione in corso.
Paulo Dybala è il giocatore della Serie A 2015/16 che ha creato più occasioni per i compagni su palla inattiva (30). 

Pre-tattica
 
Qui Juve Modulo 3-5-2 
Allegri è senza Marchisio, che ha finito la stagione, e Morata, squalificato. A centrocampo Lemina è favorito sull'ex Hernanes, davanti si va verso la conferma di Mandzukic e Dybala, anche se il rientrante Zaza scalpita. Possibile doppio cambio sulle fasce con Lichtsteiner e Alex Sandro al posto di Cuadrado ed Evra.

Qui Lazio - Modulo 4-3-3 
Candreva verso il forfait contro la Juve per una infiammazione al ginocchio. Inzaghi pensa a Felipe Anderson dal 1' nel tridente con Keita e uno tra Matri o Djordjevic. Il tecnico potrebbe rilanciare dall'inizio Basta in difesa, recuperato Bisevac che punta a essere schierato dall'inizio al fianco di Gentiletti al centro della retroguardia laziale. Conferma per Onazi in mediana.  

Probabili formazioni
 

Juventus (3-5-2): Buffon; Rugani, Bonucci, Barzagli; Lichtsteiner, Khedira, Lemina, Pogba, Alex Sandro; Mandzukic, Dybala. 
A disp.: Rubinho, Audero, Evra, Padoin, Sturaro, Asamoah, Cuadrado, Hernanes, Zaza. All.: Allegri 
Squalificati: Morata (1) 
Indisponibili: Neto, Caceres, Chiellini, Marchisio, Pereyra
 

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, Bisevac, Gentiletti, Lulic; Parolo, Biglia, Onazi; Felipe Anderson, Djordjevic, Keita. 
A disp.: Guerrieri, Konko, Mauricio, Hoedt, Patric, Cataldi, Milinkovic-Savic, Morrison, Klose, Matri. All.: Inzaghi 
Squalificati: -
Indisponibili: Braafheid, De Vrij, Konko, Radu, Kishna, Berisha, Mauri, Candreva




16 apr 2016

Campionato agli sgoccioli: Lazio vs Empoli probabili formazioni e statistiche.


Dopo la vittoria al Barbera, Simone Inzaghi vuole dare un segnale positivo giocando davanti al suo popolo. Impresa non impossibile sebbene la corsa all'Europa sia ormai solo un miraggio.
I biancocelesti ospitano l'Empoli di Giampaolo che vuole festeggiare nel migliore dei modi una salvezza che ormai è praticamente certa con ampio anticipo.

Statistiche

Su 17 confronti in Serie A tra queste due squadre l’Empoli ha vinto solo quattro volte: otto i successi della Lazio, cinque i pareggi.
Tre dei quattro successi dell’Empoli sono arrivati negli ultimi quattro confronti: in mezzo una sconfitta per 4-0.
La Lazio è imbattuta in casa contro l’Empoli in Serie A: in otto partite sei successi biancocelesti e due pareggi con tre gol segnati a partita in media.
La Lazio non pareggia in casa da sei partite in Serie A in cui ha alternato tre vittorie e tre sconfitte.
Nell’ultima partita l’Empoli ha ritrovato i tre punti dopo 12 gare in cui aveva ottenuto sei pareggi e sei sconfitte.
L’Empoli ha perso tutte le ultime tre partite esterne in campionato, senza trovare il gol nelle ultime due.
Da una parte la Lazio è la squadra che finora ha segnato di più negli ultimi 15 minuti (16 reti) – dall’altra l’Empoli ne ha subiti solo tre nello stesso intervallo, nessuna squadra di meno.
La Lazio è una delle uniche tre squadre, con Stoke City e Troyes, a non aver ancora segnato con il reparto arretrato in questa stagione nei maggiori cinque campionati europei.
Dopo aver fornito quattro passaggi vincenti nelle prime 17 presenze di questo campionato, Miroslav Klose ha segnato quattro gol e fatto due assist nelle ultime tre.
Massimo Maccarone ha segnato cinque gol in 12 presenze contro la Lazio: nel massimo campionato ha fatto meglio solo contro il Milan (sei reti in 14 partite). 

Pre-tattica 

Qui Lazio - Modulo 4-4-3
Sorrisi in casa biancoceleste per la ritrovata vittoria in campionato, 0a3 sul campo del Palermo nell'ultimo turno. Mister Inzaghi contro l'Empoli torna a disporre di Hoedt e Basta, stringeranno poi i denti gli acciaccati Bisevac e Lulic. Confermato Gentiletti al centro della retroguardia. In mezzo al campo il ristabilito Milinkovic-Savic contende una maglia a Onazi. Tridente guidato da Miro Klose con Candreva e Keita disposti ai suoi lati, dalla panchina Matri e Felipe Anderson. Indisponibili de Vrij, Radu, Kishna, Berisha, Braafheid, Konko e Mauri.

Qui Empoli - Modulo  4-3-1-2
Mister Giampaolo orfano di Zielinski, fermato per un turno dal Giudice Sportivo. A centrocampo occasione dal 1' minuto per Buchel. Operato Skorupski per il perdurare di una borsite al gomito, il portiere ha terminato il suo campionato e da qui alla fine sarà impiegato Pelagotti tra i pali. Al centro della difesa dovrebbe esserci Costa ristabilito dall'influenza, ma vivo il ballottaggio con Cosic. Avanti Maccarone è insidiato dal ristabilito Mchedlidze. 

Probabili formazioni
 Lazio-Empoli, probabili formazioni 17 aprile 2016
 
   

Lazio (4-3-3): Marchetti; Patric, Bisevac, Gentiletti, Lulic; Onazi, Biglia, Parolo; Candreva, Klose, Keita. 
A disp.: Guerrieri, Matosevic, Mauricio, Hoedt, Germoni, Mattia, Murgia, Milinkovic-Savic, Cataldi, Djordjevic, Felipe Anderson, Matri. All.: S.Inzaghi
Squalificati: -
Indisponibili: Basta, Konko, Berisha, Radu, De Vrij, Kishna, Braafheid, Mauri
 

Empoli (4-3-1-2): Pelagotti; Laurini, Tonelli, Cosic, Mario Rui; Buchel, Paredes, Croce; Saponara; Pucciarelli, Maccarone. 
A disp.: Pugliesi, Zambelli, Bittante, Diousse, Maiello, Piu, Costa, Mchedlidze, Camporese, Krunic. All.: Giampaolo 
Squalificati: Zielinski (1) 
Indisponibili: Livaja, Skorupski


09 apr 2016

Va in scena la prima di Simone Inzaghi: Palermo vs Lazio probabili formazioni e statistiche.


Dopo l'umiliante sconfitta nel derby di Roma che è costato l'esonero a Stefano Pioli, i biancocelesti sono partiti per un ritiro forzato a Norcia, dove la squadra del neo allenatore Simone Inzaghi ha potuto analizzare gli errori commessi in questa stagione. 
Diversa è la situazione dell'amico di Lotito, Zamparini: la sua squadra è a rischio retrocessione, a quota 28 punti. Vincere è l'unica soluzione. 

Statistiche 

La Lazio ha perso solamente una delle ultime nove partite di campionato con il Palermo: i biancocelesti hanno conquistato cinque vittorie e tre pareggi.
La Lazio ha segnato in 11 delle ultime 12 trasferte a Palermo in Serie A: in questo parziale il bilancio è in perfetto equilibrio con quattro vittorie per parte e quattro pareggi.
Il Palermo ha raccolto appena quattro punti nelle ultime 10 giornate, frutto di altrettanti pareggi, e nel girone di ritorno solo l’Empoli (sei) ha totalizzato meno punti dei rosanero in Serie A (sette).
In casa, poi, i siciliani hanno segnato appena un gol nelle ultime quattro partite.
Scostante la Lazio che nelle ultime 16 giornate di Serie A non ha mai ripetuto lo stesso risultato per due partite consecutive. L’ultima è terminata con la brutta sconfitta per 1-4 nel derby.
In trasferta i biancocelesti sono comunque imbattuti da otto giornate, ma hanno pareggiato le ultime sei lontano dall’Olimpico – la Lazio non aveva mai ottenuto sei pareggi di fila fuori casa in Serie A.
Il Palermo è l’unica squadra a non aver ancora segnato in questo campionato né su calcio di punizione diretto né su calcio di rigore.
Nessuna squadra, però, ha subito più gol su punizione diretta della Lazio nelle prime 31 giornate (quattro, come il Milan).

Pre-tattica

Qui Palermo - Modulo 4-3-3
Mancherà per squalifica Franco Vázquez: l’italo-argentino ha saltato solamente due partite negli ultimi due campionati (Torino-Palermo 2-2 e Atalanta-Palermo 3-0).
I primi gol in Serie A di Filip Djordjevic sono arrivati al Barbera: la tripletta del settembre 2014, nella sua unica presenza in trasferta contro il Palermo (4-0 per la Lazio). Walter Novellino se la gioca comunque con il 4-3-3: sarà Quaison a prendere il posto del Mudo, in un tridente che sarà completato da Trajkovski e Gilardino e che potrebbe anche assumere le fattezze di un albero di Natale o di un 4-3-1-2, con Quaison a supporto di due punte in linea.
Continuano invece gli esperimenti a centrocampo, di gran lunga il reparto più affollato ma che non ha mai trovato la sua giusta quadratura: questa volta sembra che Brugman possa essere il prescelto per giocare come mezzala sinistra, in mezzo a fare da regista sarà Jajalo mentre Hiljermark appare ancora una volta sicuro del posto. Chochev e l’esperto Maresca potrebbero essere le soluzioni alternative; in difesa invece si rivede Giancarlo Gonzalez che farà coppia in mezzo con Andelkovic, torna in panchina Thiago Cionek mentre sulle corsie laterali Struna è favorito su Morganella e Lazaar sul giovane Pezzella, saranno loro due le frecce nella faretra di Novellino che punta molto sulla spinta dei laterali per aprire la scatola difensiva della Lazio.

Qui Lazio - Modulo 4-3-3
E’ la prima in panchina per Simone Inzaghi, promosso dalla Primavera per chiudere la stagione al posto dell’esonerato Pioli. Sette partite per dimostrare di potersi giocare la conferma; intanto eredita da Pioli una situazione di emergenza per quanto riguarda gli infortuni, e come se non bastasse Inzaghi non avrà a disposizione Hoedt per squalifica (espulso nel derby).
Dunque, Mauricio torna titolare al centro, affiancando Bisevac a protezione di Marchetti; c’è anche Gentiletti che però dovrebbe andare solo in panchina. Patric e Braafheid giocano sulle corsie, ma attenzione a Basta che potrebbe recuperare e dunque togliere il posto allo spagnolo come terzino destro. A centrocampo si spera nel recupero di Milinkovic-Savic; in caso contrario è comunque tornato Lulic, che ha scontato il turno di squalifica, e dunque sarà lui a completare il reparto insieme agli insostituibili Parolo e Lucas Biglia, due delle poche note positive di una stagione partita male e che sta finendo anche peggio.
Per l’attacco non dovrebbero esserci novità riguardo il tridente visto ultimamente: Matri al centro, Candreva e Felipe Anderson esterni. Keita però si è mosso bene nel derby: si gioca una maglia da titolare, l’allenatore deciderà all’ultimo con quale tridente presentarsi al Barbera.

Probabili formazioni

Palermo (4-3-3): 70 Sorrentino; 23 Struna, 12 G. Gonzalez, 4 Andelkovic, 7 Lazaar; 10 Hiljemark, 28 Jajalo, 16 Brugman; 21 Quaison, 11 Gilardino, 8 A. Trajkovski
A disposizione: 1 Posavec, 77 Morganella, 2 Vitiello, 15 Cionek, 3 Rispoli, 97 Pezzella, 24 Cristante, 25 Maresca, 18 Chochev, 9 Bentivegna, 99 Djurdjevic, 22 Balogh
Allenatore: Walter Novellino
Squalificati: Vazquez 
Indisponibili: Goldaniga

Lazio (4-3-3): 22 Marchetti; 4 Patric, 13 Bisevac, 33 Mauricio, 5 Braafheid; 16 Parolo, 20 Lucas Biglia, 19 Lulic; 87 Candreva, 17 Matri, 10 Felipe Anderson
A disposizione: 99 E. Berisha, 55 Guerrieri, 8 Basta, 18 Gentiletti, 23 Onazi, 32 Cataldi, 21 Milinkovic-Savic, 9 F. Djordjevic, 11 Klose, 14 Keita B.
Allenatore: Simone Inzaghi
Squalificati: Hoedt
Indisponibili: Konko, De Vrij, Radu, S. Mauri, Kishna

02 apr 2016

Derby di Roma: occhi puntati su Totti e Klose forse alle ultime battute. Lazio vs Roma probabili formazioni e statistiche.


Situazioni diverse in classifica perchè la Lazio insegue l’Europa anche se con poche chance di raggiungerla , mentre la Roma vuole blindare il terzo posto; l’obiettivo però non può che essere la vittoria per entrambe, anche e soprattutto al di là di quelli che sono i traguardi da centrare in stagione. Potrebbero essere le ultime battute per Klose e Totti, sentito quindi più che mai per i leader delle due compagini il ritorno di un derby che manca in casa Lazio da ormai molto tempo. Spalletti contro Pioli, Pallotta contro Lotito, personaggi che a Roma non hanno mai entusiasmato e convinto fino in fondo. Curve deserte in una Roma che meriterebbe un palcoscenico da finalissima. Che questo serva a far riflettere.

Statistiche

Derby capitolino numero 144 in Serie A: Roma avanti nel computo delle vittorie per 50 a 36.
La Lazio non vince un derby di campionato dal novembre 2012 – tre vittorie giallorosse e altrettanti pareggi da allora.
La Roma ha segnato esattamente due gol in quattro degli ultimi cinque derby di campionato.
I biancocelesti hanno perso solo una delle ultime sette gare di campionato, due successi e quattro pareggi completano il parziale.
Roma imbattuta da nove turni: otto successi di fila a cui è seguito il pareggio con l’Inter.
I giallorossi hanno tenuto la porta inviolata solo in due degli ultimi 12 match di campionato – nelle restanti 10 gare, tuttavia, non hanno mai subito più di un solo gol.
La Roma è la squadra che ha segnato più gol nella prima mezzora di gioco (19) mentre nessuna squadra ne ha subiti più della Lazio (16) nello stesso frangente di gara.
Quattro gol e tre assist per Lucas Biglia in questo campionato: entrambi record personali in una singola stagione di Serie A.
Francesco Totti è il miglior marcatore di sempre nella storia dei derby capitolini di campionato (11 reti).
Diego Perotti ha preso parte a sei gol nelle sue otto presenze in Serie A con la maglia giallorossa (due reti e quattro assist).

Pre-tattica

Qui Lazio - Modulo  4-3-3
Si presenta al derby con la solita sfilza di infortunati; anche Basta e Milinkovic-Savic potrebbero non recuperare in tempo - nel caso sarebbero entrambi in campo dal primo minuto - e in più è squalificato Lulic, l’eroe della finale di Coppa Italia nel 2013. Stefano Pioli conferma il 4-3-3, ma dovrà fare i salti mortali per presentare una formazione credibile: Patric e Braafheid hanno giocato pochissimo in questa stagione, ma vista l’emergenza dovranno essere schierati come terzini. In mezzo alla difesa invece ci saranno Hoedt e Bisevac; Mauricio al momento viene dato indietro nelle gerarchie del suo allenatore. A centrocampo naturalmente non si può prescindere dal contributo di Parolo e Lucas Biglia, due dei titolarissimi nella Lazio di oggi; il terzo sarà Cataldi se Milinkovic-Savic non dovesse recuperare al 100%, in alternativa rimane sempre viva la pista Onazi. Il reparto offensivo è quello che può contare su più soluzioni: sono per esempio in tre per il ruolo di prima punta, Pioli è stuzzicato dall’idea Klose ma alla fine potrebbe e dovrebbe puntare su Matri dal primo minuto. Al fianco del lodigiano giocheranno Candreva e Keita Balde Diao, anche se Felipe Anderson si candida ad un posto da titolare insieme a Stefano Mauri, la cui esperienza e la militanza di lungo corso nella Lazio potrebbero giocare a suo favore in questo derby.

Qui Roma - Modulo 4-2-3-1  
A differenza della Lazio, la Roma ha recuperato i suoi infortunati: ai box il solo Gyomber, con De Rossi che risente ancora di un fastidio alla schiena ma dovrebbe comunque essere portato in panchina. Nella formazione titolare potrebbe esserci spazio per Edin Dzeko, tornato rinfrancato per il gol segnato in nazionale (ha segnato anche Pjanic nel 2-0 alla Svizzera); questo significa che Perotti, Salah ed El Shaarawy faranno un passo indietro e giocheranno sulla trequarti, componendo il 4-2-3-1 che è il modulo del primo Spalletti giallorosso. A proteggere quello che è un reparto altamente offensivo ci sarà Nainggolan: Spalletti lo ha provato da incursore (come faceva Perrotta) con ottimi risultati, ma domenica il belga dovrebbe agire più che altro come mediano di contenimento, senza comunque disdegnare l’aggressione degli spazi senza palla. Al suo fianco ci sarà Pjanic, che invece avrà compiti di regia per aumentare la qualità delle giocate fin dall’area difensiva; in difesa si ricompone la coppia centrale con Rudiger (che contro l’Italia ha giocato da terzino) e Manolas, mentre a destra giocherà Florenzi (ormai riciclato del tutto in questo ruolo) con Digne preferito a Zukanovic dall’altra parte.

Probabili formazioni

Lazio (4-3-3): 22 Marchetti; 4 Patric, 13 Bisevac, 2 Hoedt, 5 Braafheid; 16 Parolo, 20 Lucas Biglia, 21 32 Cataldi; 87 Candreva, 17 Matri, 14 Keita B.
A disposizione: 99 E. Berisha, 55 Guerrieri, 33 Mauricio, 7 R. Morrison, 23 Onazi, 6 S. Mauri, 11 Klose, 9 F. Djordjevic, 10 Felipe Anderson Allenatore: Stefano Pioli 
Squalificati: Lulic  
Indisponibili: Konko, De Vrij, Gentiletti, Radu, Kishna, Basta, Milinkovic.

Roma (4-2-3-1): 25 Szczesny; 24 Florenzi, 2 Rudiger, 44 Manolas, 3 Digne; 4 Nainggolan, 15 Pjanic; 11 Salah, 8 Perotti, 22 El Shaarawy; 9 Dzeko  
A disposizione: 26 De Sanctis, 13 Maicon, 87 Zukanovic, 33 Emerson, 35 Torosidis, 20 S. Keita,16 De Rossi, 48 Salih Uçan, 6 Strootman, 14 Iago Falque, 10 Totti Allenatore: Luciano Spalletti 
 Squalificati: - 
 Indisponibili: Gyomber, Vainqueur